2,7 miliardi per ponti, viadotti e strade

Il via libera dalla Conferenza unificata Stato-Regioni-Enti locali per investimenti 2024-2029 destinati a Città Metropolitane e Province

  • Maggio 24, 2022
  • 20 views
  • 2,7 miliardi per ponti, viadotti e strade
    2,7 miliardi per ponti, viadotti e strade

Lo scorso 16 marzo si è tenuta la Conferenza Stato-Città e autonomie locali che ha sancito il via libera allo stanziamento di oltre 2,7 miliardi di euro alla messa in sicurezza di ponti e viadotti e alla manutenzione straordinaria delle strade di competenza delle Province e delle Città metropolitane appartenenti alle Regioni a statuto ordinario, nonché di Sicilia e Sardegna. La Conferenza ha riguardato i due schemi di decreto del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini assieme al Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco che assegnano 1,4 miliardi di euro (previsti nella legge di Bilancio per il 2022) per gli interventi sui ponti e viadotti e più di 1,3 miliardi per gli interventi di manutenzione straordinaria delle strade.

Disponibilità finanziaria fino al 2029

I provvedimenti garantiscono alle Province e alle Città metropolitane un’ampia disponibilità finanziaria su un arco di tempo pluriennale (fino al 2029). Le risorse previste per la manutenzione straordinaria saranno utilizzate per interventi che riguardano la pavimentazione, le gallerie, i sistemi di smaltimento delle acque, l’illuminazione, i sistemi di info-mobilità, l’installazione di sensori per il controllo dello stato dell’infrastruttura, il miglioramento di piste ciclabili e delle aree pedonali, la segnaletica orizzontale, la realizzazione di percorsi per la tutela degli utenti più fragili, la riduzione del rischio da trasporto merci e la riduzione dell’esposizione al rischio idrogeologico e dell’inquinamento ambientale. Sulla rete stradale, nell’ultimo anno, sono stati previsti investimenti per ben 15,8 miliardi. 

Risorse per mettere in sicurezza le infrastrutture stradali secondarie

Gli interventi sui ponti e viadotti, oltre alla messa in sicurezza, includono la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti, le attività legate al censimento e alla classificazione del rischio, alla verifica della sicurezza e al collaudo. Oltre alla sistemazione di ciclovie e zone pedonali. Queste risorse per mettere in sicurezza le infrastrutture stradali secondarie si aggiungono agli investimenti del PNRR per la digitalizzazione dei sistemi di monitoraggio della rete stradale e autostradale. Ulteriori interventi per il potenziamento e il miglioramento delle strade sono stati previsti anche con la recente anticipazione del Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027.

Rossana Saullo si laurea prima in Lettere Moderne presso l’Università della Calabria di Cosenza, successivamente consegue la laurea magistrale in Letteratura, Filologia e Linguistica Italiana presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2020 consegue il Master Professione Editoria Cartacea e Digitale presso l’Università Cattolica di Milano. Da settembre 2020 lavora in TIMGlobal Media.

Altri articoli Contatto