Gli strumenti manutentivi per il Condition Monitoring nell’era 4.0

Grande successo per l’evento formativo organizzato da PRUFTECHNIK a Bari lo scorso 18 Ottobre

  • Novembre 16, 2018
  • 56 views
  • Visto il grande successo, l’iniziativa sarà replicata con una sessione analoga fissata per il primo trimestre del 2019 in Friuli-Venezia Giulia
    Visto il grande successo, l’iniziativa sarà replicata con una sessione analoga fissata per il primo trimestre del 2019 in Friuli-Venezia Giulia

Si è conclusa con grande soddisfazione di partecipanti e organizzato­ri l’edizione del seminario gratuito sulla Manutenzione 4.0, tenutasi il 18 ottobre presso l’Hotel Congress & Spa Parco dei Principi di Bari da PRUFTECHNIK.

Intitolato Gli strumenti manutentivi per il Condition Monitoring nell’era 4.0, l’evento ha rappresentato il primo appuntamento ufficiale organizzato da PRUFTECHNIK in Puglia e ha attratto circa 60 partecipanti provenienti sia dal territorio circostante che da oltre i confini regionali.

Numeri decisamente oltre le aspettative, che contribuiscono a rafforzare il segnale di un crescente interesse per tutto ciò che ruota attorno alle tecnolo­gie orientate al 4.0, capaci di supportare gli operatori nella gestione di attività di manutenzione sempre più mirate ed efficaci. Proprio su questi concetti si sono concentrati i relatori – il Sales Manager e Vibration Analyst Luca Bar­raco e l’Area Sales Manager Massimo Mondini, di PRUFTECHNIK – che, tra gli argomenti più interessanti, hanno presentato e introdotto nuovi concetti di manutenzione, tra cui la possibilità di remotizzare dati provenienti dalle mac­chine e renderli disponibili su web tramite dei protocolli intuitivi, e facilmente interpretabili anche dai meno esperti della vibrotecnica.

Il programma

Figure tecniche quali Maintenance Manager, Plant Manager, Responsabili di Ingegneria di Manutenzio­ne e Affidabilità e operatori di campo hanno potuto assistere a una giornata – suddivisa in una sessione mattutina e una pomeridiana – che ha riscosso gran­de interesse soprattutto per la possibilità di “toccare con mano” gli strumenti presentati da PRUFTECH­NIK e messi a disposizione durante la parte pratica. La mattina è stata suddivisa in due tematiche princi­pali. Dapprima un approfondimento delle definizioni e termini relativi all’analisi delle vibrazioni (normative di riferimento ISO, analisi di primo e secondo livello, tecniche avanzate per la diagnosi dei cuscinetti a rotolamento, vari Case History) quindi delle prove pratiche per dare immediato impatto sulla semplicità di esecuzione e acquisizione dati, tramite strumenti innovativi (Touch Screen, WI-FI, sensori triassiali, piattaforme Cloud Web per la supervisione dei dati). Non si sono trascurate tematiche quali efficienta­mento energetico tramite l’introduzione dell’analisi a ultrasuoni con particolare focus su: applicazioni su scaricatori di condensa, problemi elettrici, applica­zioni guasti meccanici e lubrificazione. Nel pomerig­gio invece maggiore attenzione a temi quali: allinea­mento laser (definizioni, incidenza di guasti causato da errato allineamento, dimostrazione pratica e pa­noramica di possibili soluzioni in ottica 4.0), bilancia­tura di un rotante (teoria di base ed esempio pratico su macchina dimostrativa) e Condition Monitoring, con la scelta della migliore tecnologia per l’imple­mentazione di un programma di predittiva. Notevole interesse si è registrato proprio durante la sessione pratica, soprattutto per ciò che concerne le tecni­che di allineamento laser e le indagini sulle perdite di area compressa tramite tecnologia a ultrasuoni. In molti casi sono stati gli stessi partecipanti a chiedere di effettuare un test, riscontrando la grande facilità ed efficacia di utilizzo degli strumenti presentati. Vi­sto il grande successo, l’iniziativa sarà replicata con una sessione analoga fissata per il primo trimestre del 2019 in Friuli-Venezia Giulia.

Alessandro Ariu