Rivoluzionare la manutenzione con un CMMS d’avanguardia

  Richiedi informazioni / contattami

Massimiliano Pascuzzo, Maintenance Manager di SER Spa, racconta come la sinergia con CARL Software ha rivoluzionato le attività di manutenzione della più importante azienda europea specializzata nella produzione di candele, cere ed emulsioni

Manutenzione & ICT

Dopo un anno di attività con CARL Software, SER può finalmente cominciare ad avere uno storico strutturato delle attività di manutenzione della singola macchina
Dopo un anno di attività con CARL Software, SER può finalmente cominciare ad avere uno storico strutturato delle attività di manutenzione della singola macchina
Massimiliano Pascuzzo, Maintenance Manager di SER Spa
Massimiliano Pascuzzo, Maintenance Manager di SER Spa
Dopo un anno di attività con CARL Software, SER può finalmente cominciare ad avere uno storico strutturato delle attività di manutenzione della singola macchina
Dopo un anno di attività con CARL Software, SER può finalmente cominciare ad avere uno storico strutturato delle attività di manutenzione della singola macchina

L’azienda

SER Spa (acronimo di Sintesi E Ricerca) è un’azienda specializzata nella produzione di cere ed emulsioni per l’industria e di candele per la GDO, con sede a Santena (TO). Nata nel 1988 dall’idea di due fratelli, Giuseppe e Pergiorgio Ambroggio, SER Spa si è sviluppata negli anni fino a diven­tare leader del settore in Europa. Conta oggi circa 230 dipendenti, più 70 all’estero, in particolare in Inghilterra, Francia e Spagna. Una crescita continua, che è stata possibile grazie a continui investimenti in Ricerca & Sviluppo (circa il 10% del fatturato ogni anno, intorno ai 15 milioni di euro), e ad acquisizioni importanti tra cui quelle di due marchi storici del settore (Price’s, azienda fornitrice di candele per la Casa Reale inglese, e Sgarbi, la più antica cereria italiana).

L’attività di manutenzione

Massimiliano Pascuzzo è Responsabile di Manutenzione di SER da 12 anni. La sua attività consiste nel coordinamento di 8 manutentori interni e di una squadra di manutentori esterni, oltre alla gestione dell’ufficio ac­quisti e dei contratti di manutenzione. «Fino al 2017», spiega Pascuzzo, «non esisteva un’attività di manutenzione strutturata. Tutte le richieste di intervento venivano presentate su semplici fogli, e talvolta descritte in maniera superficiale o poco precisa, oltre al fatto che spesso la car­ta si perdeva per strada. Mancava inoltre un archivio organizzato, che consentisse di recuperare lo storico degli interventi. Risultato: tantissima correttiva e spreco di tempo e denaro».

La scelta: CARL Software

Trovare una soluzione a questi problemi è diventata perciò una neces­sità sempre più pressante. «Abbiamo allora cominciato a cercare un sistema che ci aiutasse anzitutto a creare questo archivio. Spesso infatti i guasti si ripetono, ma risalire ai dettagli col sistema tradizionale è pra­ticamente impossibile». Con un software ad hoc invece è tutto molto più facile. «Dopo una selezione accurata la scelta si era ristretta a tre opzioni. A spuntarla è stata la proposta di CARL Software, che già mi aveva colpito per le sue referenze (su tutte, la gestio­ne della metropolitana di Torino). Inoltre mi è sembrato fin da subito l’unico Provider capace di offrire la soluzione migliore per le nostre esi­genze».

Una marcia in più

Oltre a CARL Source infatti – l’applicativo di back office su PC basato su un’architettura in­ternet nativa che include le tecnologie del Web 2.0 – a convincere SER Spa è stata la presenza di CARL Touch, la tipologia di CMMS pensata specificamente per i manutentori sul campo. Lo conferma l’ing. Pascuzzo: «Ogni nostro manutentore era già dotato di smartphone aziendale. L’implementazione di un software dedicato su ciascun telefono ha reso pos­sibile la visualizzazione in tempo reale delle attività di manutenzione assegnate, di quelle in programma, la consultazione del magazzino ricambi ecc. Per gli operatori sul campo, che sono sempre in giro per lo stabilimento, è stata una vera rivoluzione».

La marcia in più non è solo determinata dalla por­tabilità, ma anche dalla facilità di utilizzo. «La for­mazione è stata velocissima. Io ho prima ricevuto le informazioni necessarie dal personale di CARL Software e poi l’ho trasferito al team. Sono stati sufficienti meno di dieci giorni. La parte più lunga è stata quella relativa all’inserimento dei dati nel sistema. Tuttavia fortunatamente avevamo un ar­chivio dati in excel che abbiamo potuto trasferire in maniera quasi automatica nel nuovo sistema, il che ha permesso di accorciare i tempi».

Prima e dopo

Uno degli esempi più concreti di ottimizzazione dei processi ottenuto grazie a CARL Software è stata la pianificazione delle attività di manuten­zione programmata. In passato il Responsabile di Manutenzione di SER gestiva un calendario nel quale venivano riportate tutte le attività di manutenzione da effettuare mese per mese. La lista veniva poi consegnata ai manutentori i quali dovevano “autogestirsi”, effettuando tali interventi entro la mensilità, ma senza l’indicazione di giorni specifici, con tutte le problematiche che ciò comportava.

«Gli operatori spuntavano manualmente una Check List di attività pro­grammate, restituivano il foglio compilato e io lo elaboravo. Una gestione estremamente macchinosa. CARL ci ha permesso di trasferire le stesse attività sulla piattaforma digitale, creando delle manutenzioni preventive. Ma nella pratica per i manutentori non è cambiato assolutamente niente. Ciò che facevano prima hanno continuato a farlo dopo, sostituendo lo smartphone a carta e penna. Con la differenza che però ora è tutto trac­ciato: quando arriva una richiesta di intervento questa viene affidata a un manutentore, che diventa direttamente responsabile dell’attività. In più, chi ha fatto la richiesta può seguire in tempo reale il procedere dell’atti­vità di manutenzione. Con la tracciabilità c’è quindi un enorme risparmio di tempo, energie e risorse».

I prossimi passi

Dopo un anno di attività con CARL Software, SER può finalmente comin­ciare ad avere uno storico strutturato delle attività di manutenzione della singola macchina. Dopo la rivoluzione comportata dal passaggio da una manutenzione “a excel” a una gestita via software, in appena un anno, si pensa già ai prossimi passi.

I capo team delle varie linee produttive saranno sempre più coinvolti: a breve potranno accedere a CARL e compilare autonomamente le richieste di intervento. Inoltre il software, che in SER è deputato anche alla ge­stione del magazzino, invia ora una mail di alert al Responsabile di Manutenzione al raggiungimento di una soglia minima del livello di scorta per sin­golo pezzo.

Ma nel futuro la sinergia potrebbe essere ancora più stretta: «Già da anni le nostre macchine sono tutte interconnesse tramite un software centrale gestito dalla sala controllo, dove confluiscono av­visi, warning, anomalie di processo, di produzio­ne ecc. Un obiettivo potrebbe essere quello di in­tegrare questa tecnologia con CARL, in modo da sviluppare una manutenzione sempre più 4.0», conclude l’ing. Pascuzzo.

Dal 2020 CARL Software ha infatti in previsione, in concomitanza con il lancio della nuova versione 6 di CARL Source e CARL Touch, l’introduzione di una piattaforma IoT a supporto della manutenzione predittiva: un sistema che sarà in grado di prele­vare dati dal campo in maniera dettagliata, inviarli al Cloud e, attraverso specifici sistemi statistici di machine learning, generare delle richieste di atti­vità di manutenzione che non sia più on condition, ma conseguenza delle previsioni fornite dall’ana­lisi dei dati.

Alessandro Ariu
a.ariu@tim-europe.com

Pubblicato il Aprile 12, 2019 - (300 views)
CARL Software
Via Livorno 60
10144 Torino - Italy
+39-011 225 78 11
+39- 011 225 78 13
Visualizza company profile
Mappa
Articoli correlati
MaintenanceStories 2019, un'edizione da record
Encoder con interfaccia IO-Link
Schaeffler annuncia l'acquisizione di XTRONIC
Kenji Yamaguchi nuovo CEO di FANUC
Encoder per la robotica
SEW Help, l'assistenza gratuita di SEW Eurodrive
ABB e Dassault Systèms per il digitale
Modulo IO-Link per valvole ISO
Calibratore universale portatile Bluetooth
IMI Precision Engineering parteciperà a Hannover Messe
Software per la manutenzione
Dynamic Motor Analyzer
Software per la manutenzione
Percorsi di Trasformazione Digitale
Soluzioni di upgrade
Il CMMS nell'era 4.0
Soluzioni per ogni esigenza
Know-how per sistemi complessi
Software full web
Software per gestire la manutenzione
Dynamic Motor Analyzer
Encoder con interfaccia IO-Link
Encoder per la robotica
Modulo IO-Link per valvole ISO
Smart encoders MEM-Bus
Robot SCARA per movimentazione veloce
CMMS Smart Generation
Sensori con IO-Link per scambio dati
Software di simulazione per cuscinetti
Pannelli touchscreen
Encoder con interfaccia IO-Link
Sistema allineamento laser
Robot SCARA per movimentazione veloce
Sistema di allineamento
App mobile per gestione delle ispezioni
App per controllo teste alesatura
Sistema di monitoraggio di temperatura e umidità
Suite per digital business
Piattaforma per trasferimento dati 3D CAD
Controllori per robot con nuova interfaccia iHMI