Tecnologia di monitoraggio dell'invecchiamento dei cuscinetti

Il dipartimento innovazione di NTN-SNR ha sviluppato uno specifico Condition Monitoring System

  • Giugno 29, 2015
  • 422 views
  • Tecnologia di monitoraggio dell'invecchiamento dei cuscinetti
    Tecnologia di monitoraggio dell'invecchiamento dei cuscinetti

NTN-SNR progetta, sviluppa e produce prodotti tecnologici di elevatissima qualità e vanta una presenza di leadership su tutti i mercati dell'industria, dell'automobile e dell'aeronautica, sia in primo montaggio come in ricambi, anche per le applicazioni eco-sostenibili e per i mercati del futuro. Sviluppa altresì soluzioni su misura e fornisce la gestione completa del ciclo di vita dei suoi prodotti (Product Life Cycle Management) per soddisfare le esigenze tecniche ed economiche.

 

Il dipartimento Innovazione NTN-SNR ha sviluppato una tecnologia di monitoraggio dello stato operativo delle macchine rotanti, facile da applicare ed adattata per il funzionamento a bassa velocità. Nota come "Condition Monitoring System" (monitoraggio dello stato operativo) e destinata alle macchine rotanti, il suo obiettivo è quello di monitorare l'invecchiamento dei cuscinetti e dei componenti adiacenti, per rilevare eventuali danneggiamenti in una logica di manutenzione predittiva e gestione delle attività industriali.

 

Meno sensori

Grazie ad una centralina di raccolta dati dalla forma classica, installata sulla macchina da monitorare, la tecnologia sviluppata richiede un minor numero di sensori. Sono sufficienti due punti di acquisizione, invece dei sei richiesti con un dispositivo tradizionale per un test effettuato su una pala eolica. In un sistema multi albero è quindi possibile ridurre di due terzi il numero dei punti di misura. Un risultato ottenuto combinando un nuovo approccio dinamico dei meccanismi, dei sensori di ultima generazione e degli algoritmi di trattamento innovativi, adattati alla tipologia di ogni installazione.

 

Basse velocità

Altra virtù di questi dispositivi: la capacità di effettuare analisi multi parametro su gruppi rotanti a bassa velocità - nell'ordine di 5 giri/min - e da un punto di vista generale, in condizioni in cui l'analisi vibratoria "classica" dimostra i suoi limiti. Questa tecnologia si adatta a grandi variazioni di velocità o a forti disturbi vibratori, rispondendo così ad esigenze insoddisfatte.

 

Applicazione semplificata

Meno sensori da installare, quindi montaggio più semplice e più economico. Un altro fattore facilita l'applicazione: la centralina di raccolta dati si adatta ad un'ampia varietà di protocolli di comunicazione. Può trasmettere i dati direttamente su intranet, via rete GSM ad uno smartphone oppure tramite radiofrequenza ad un router Ethernet connesso alla rete aziendale.

È disponibile anche in versione completamente autonoma, senza collegamento alla rete elettrica o ad una presa Ethernet. Grazie all'utilizzo di componenti a basso consumo e ad una trasmissione dati ogni 30 secondi, vanta 3 anni di autonomia.

 

Manutenzione ottimizzata

Questa tecnologia NTN-SNR, adatta ad ambienti severi e studiata per il monitoraggio a distanza, apre nuove prospettive per i responsabili della manutenzione in molti settori: cementifici, cave e miniere, industria cartaria, ferrovie, parchi eolici, industria siderurgica. Ad esempio, consente di monitorare i cuscinetti di laminatoi che operano in condizioni estreme.

La tecnologia di monitoraggio a bassa velocità NTN-SNR è già stata sperimentata con successo e per molti anni nel settore ferroviario (cuscinetti degli assiali), su pale eoliche e nell'industria siderurgica. Quest'innovazione, così come tutte le soluzioni di meccatronica NTN-SNR, sono state presentate all'ultima Fiera di Hannover a metà Aprile.

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto