Budget di manutenzione

Criteri per la gestione e controllo degli interventi

  • Dicembre 10, 2014
  • 1824 views
  • Budget di manutenzione
    Budget di manutenzione

 Nell'ultimo appuntamento del 2014 di Manutenzione & Normazione spazio a una normativa fondamentale che identifica i criteri di organizzazione del budget per le aziende produttrici di beni e servizi. Vediamone di seguito i punti principali, traendo spunto da "La manutenzione nell'industria, infrastrutture e trasporti" edito da FrancoAngeli.

 

UNI 10992:2002: Previsione tecnica ed economica delle attività di manutenzione (budget di manutenzione) di aziende produttrici di beni e servizi - Criteri per la definizione, approvazione, gestione e controllo

 

La norma fornisce indirizzi per la previsione tecnica ed economica (budget) delle attività di manutenzione. La previsione tecnico-economica non è disgiunta dall'efficacia, che non viene però verificata dalla norma.

 

La norma fornisce gli indirizzi per la definizione della previsione tecnica ed economica delle attività di manutenzione (budget della manutenzione).

 

È necessario quindi definire i fabbisogni di manutenzione espressi, per un bene definito (macchina, apparecchiatura, impianto, bene immobile, stabilimento, strada, porto, laboratorio, ospedale, ecc.) in volumi di risorse (uomini, mezzi e materiali) e successivamente in costi.

 

La norma mutua le esigenze delle aziende produttrici di beni e servizi.

 

Il budget della manutenzione deve essere redatto nel rispetto delle specifiche di affidabilità, disponibilità, manutenibilità e sicurezza, per garantire la migliore qualità fornita dal servizio manutenzione.

 

Il budget è uno strumento di gestione necessario per il governo dell'impresa e per la definizione dei suoi obiettivi (produzione, attività, servizio, costi, ricavi, profitti, area di mercato, investimenti, ecc.). Nella compilazione del budget occorre tenere conto dei vincoli interni (livello di utilizzo del bene, disponibilità, orari di lavoro, ecc.) e dei vincoli esterni (mercato, leggi, normative ed adeguamento alle stesse) all'impresa.

 

Il confronto fra budget e consuntivi e le simulazioni previsionali danno la possibilità, alla direzione dell'azienda, di prevedere tempestivamente i cambiamenti ed i relativi effetti nella realtà nella quale opera.

 

Il budget di manutenzione deve essere elaborato per:

  • consentire di raggiungere gli obiettivi prefissati (budget d'impresa), tenendo conto delle risorse disponibili e delle problematiche del territorio ove si opera;
  • definire risorse e costi necessari.
  • La norma è dedicata alle aziende produttrici di beni e servizi, che dispongono di processi d'elaborazione del budget in tutte le sue componenti organizzative, tecniche ed amministrative, o che intendono introdurli.
  • Per l'utilizzo in aziende o enti diversi occorre operare opportuni adattamenti.
  • La norma fornisce gli indirizzi per la previsione tecnica ed economica ("budget") delle attività di manutenzione e/o delle attività che sono di competenza del servizio di manutenzione.

Essa è dedicata prevalentemente al budget tecnico-gestionale elaborato dal servizio di manutenzione.

 

La norma intende fornire la guida necessaria per l'elaborazione, l'approvazione, la gestione ed il controllo del budget.

 

 

Ing. Francesco Cangialosi, Presidente Commissione Manutenzione UNI

Alessandro Ariu, Redattore Manutenzione T&M

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto