Gli appalti per le attività di manutenzione negli aeroporti

Alla conferenza tenutasi a Malpensa lo scorso luglio hanno presenziato oltre 120 partecipanti

  • Settembre 26, 2015
  • 702 views
  • Il saluto dell'ing. Cottino in apertura dei lavori
    Il saluto dell'ing. Cottino in apertura dei lavori
  • Al convegno sono intervenuti oltre 120 partecipanti
    Al convegno sono intervenuti oltre 120 partecipanti

 

Lo scorso 16 luglio si è svolta la conferenza dedicata agli appalti, organizzata dall'Osservatorio sulle Attività di Manutenzione degli Aeroporti, in collaborazione con l'Ordine Ingegneri della provincia di Varese. La manifestazione è stata ospitata dalla SEA, presso il centro conferenze dell'aeroporto di Malpensa ed ha avuto un elevato numero di partecipanti, più di 120.

 

L'ing. Cottino, Presidente dell'Osservatorio e coordinatore della conferenza, ha aperto i lavori ricordando che il tema dell'assegnazione dei servizi di manutenzione a terzi è stato più volte trattato dall'Osservatorio. L'analisi fatta aveva già evidenziato una situazione complessa ed articolata, caratterizzata da una serie di norme mirate alla trasparenza e alla chiarezza, ma che provocano con l'aumento dei controlli e delle verifiche anche incertezze interpretative con conseguente dilazione dei tempi di assegnazione rendendo più difficile e macchinoso il lavoro delle Stazioni Appaltanti e dei concorrenti.

 

Con questa conferenza si è inteso approfondire la problematica e dare, per quanto possibile, un contributo per comprendere e cercare soluzioni migliorative alla situazione esistente. La manifestazione ha avuto una prima fase di presentazione di alcune memorie, ed una seconda fase dedicata al dibattito. Molto apprezzata è stata la partecipazione del Dott. Alberto Cucchiarelli, Dirigente dell'Ufficio Regolazione jn materia di contratti pubblici dell'Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione).

 

Primo relatore è stato l'Ing. Vito Gurrieri, Direttore Purchasing di SEA. L'Ing. Gurrieri ha trasmesso i saluti della Direzione SEA, ed ha proiettato alcune slide rappresentanti la considerevole mole degli appalti effettuati dalla Società di Gestione milanese. A seguito del benvenuto ai presenti, è intervenuto il dott. Cucchiarelli che ha puntualmente presentato l'organizzazione dell'Autorità con il passaggio da A.V.C.P. ad Anac, gli scopi istituzionali della stessa e richiamato i recenti interventi/provvedimenti già affrontati dall'Autorità a seguito delle numerose richieste di parere, segnalazioni, ricorsi o interventi che la stessa ha ritenuto di affrontare d'ufficio. Tra i principali interventi della stessa , si possono ricordare: la predisposizione del bando tipo, il soccorso istruttorio e l'avvalimento.

 

Sono quindi intervenuti, alternandosi tra loro, l'ing. Murelli ed il dott. Trentin, rispettivamente responsabile appalti e legale della S.E.A., che hanno voluto presentare, con un simpatico parallelo tra normativa e concreta applicazione della stessa, l'esperienza SEA; in particolare, i due relatori hanno richiamato, le principali difficoltà riscontrate dai concorrenti in gara ed i conseguenti errori dagli stessi commessi.

 

L'intervento ha suscitato molto interesse in quanto ha stimolato i partecipanti nella successiva fase di dibattito nel corso della quale, in particolare, sono state espresse contrastanti opinioni circa l'adozione del criterio di aggiudicazione del prezzo più basso o dell'offerta economicamente più vantaggiosa.

 

Le problematiche toccate dai relatori sono state ben rappresentate da immagini particolarmente espressive circa la difficoltà di districarsi nei meandri della normativa; sono state proiettate immagini di percorsi ad ostacoli crescenti, percorsi di gara tortuosi e dall'uscita incognita ? insomma un vero e proprio labirinto!

 

 

L'ingegner Dolci, responsabile Manutenzione di Malpensa, ha successivamente mostrato la soluzione adottata da SEA per garantire la gestione ed il controllo, così come previsto nei contratti e capitolati di appalto, di attività quali: pulizie, manutenzione impianti elettrici, termodinamici, elettromeccanici, ecc. La soluzione consiste essenzialmente nell'adozione del sistema C.A.M. (Controllo Attività Manutentive) attraverso il quale è possibile monitorare in tempo reale l'operato del manutentore.

 

Il punto di vista dei concorrenti alle gare, e successivamente dei fornitori dei servizi manutentivi, è stato espresso dall'ing. Massimo Nossan, Direttore della società Gemmo S.p.A., che ha fortemente criticato le modalità di utilizzo dell'istituto dell'avvalimento che oggi viene dai più interpretato come una opportunità per alcuni di poter partecipare alle gare anche quando non in possesso dei requisiti di partecipazione, in particolare è invalsa l'opinione sull'apparente effimera responsabilità della società ausiliaria, opinione peraltro condivisa da tutti i partecipati e sottolineata in tutti gli interventi presentati.

 

Come da programma, subito dopo la conclusione degli interventi sopra citati, è stata aperta la fase della conferenza dedicata al dibattito. Durante il quale, sono state presentate domande ai relatori ed esposti situazioni e comportamenti tenuti nelle diverse realtà aeroportuali. E' stato quindi possibile incrociare le diverse esperienze, ricavando utili informazioni per chi gestisce le varie fasi del processo di appalto. E' stato espresso, anche in modo deciso, il disagio da parte degli addetti ai lavori, i quali devono abilmente destreggiarsi nel labirinto delle normative vigenti. E' stato infine considerato che il possibile miglioramento del processo di assegnazione dei lavori debba iniziare dal capitolato di appalto. Infatti, si è convenuto che tanto più detto documento è dettagliato e completo, tanto meno si presta a diverse interpretazioni e contestazioni sull'esito delle gare. Su questa considerazione, l'Ing. Cottino ha chiuso la conferenza, ringraziando relatori e partecipanti per il proficuo lavoro svolto insieme.

 

 

Ing. Felice Cottino, Presidente Associazione "Osservatorio sulla Manutenzione degli Aeroporti"

 

 

 

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto