Interruttori heavy-duty

Progettati da Schmersal per applicazioni in aree potenzialmente esplosive, sono versatili e antideflagranti

  • Interruttori heavy-duty
    Interruttori heavy-duty

Il gruppo Schmersal ha introdotto le varianti Ex, impiegate in zone a rischio di esplosione, per estendere la gamma di interruttori per l’industria pesante.

Interruttori certificati per la Zona 1 e la Zona 21

Le varianti certificate per la Zona 1 sono progettate per applicazioni in atmosfere in cui possono essere presenti gas pericolosi, per esempio nei settori chimico e petrolchimico, così come in raffinerie, discariche e impianti di riciclaggio. Gli interruttori certificati per la Zona 21 sono adatti per l'installazione all'esterno di recipienti contenenti polveri, ad esempio in prossimità di punti di riempimento e prelievo, nastri trasportatori o punti di scarico di autocarri, comunemente presenti in impianti di riciclaggio, stabilimenti di ghiaia e cementifici, nelle centrali termiche o nell'industria metallurgica. Gli  interruttori di emergenza a fune delle serie EX-I-ZQ900 e EX-I-RS655, nonché gli interruttori di allineamento nastro delle serie EX-I-BS655 ed EX-T. 454 possono essere utilizzati in ambienti con  polveri della Zona 21 nel tipo di protezione Ex tb "protezione tramite custodia" o in atmosfere con gas della Zona 1 nel tipo di protezione Ex ib "sicurezza intrinseca".

Interruttore di emergenza a fune per una disinserzione sicura e affidabile

L'interruttore di emergenza a fune EX-I-ZQ900 con azionamento monolaterale viene utilizzato su macchine e impianti in atmosfere potenzialmente esplosive dove è necessario poter attivare il comando di arresto d'emergenza in qualsiasi punto della sezione della fune. Con una lunghezza della fune fino a 75 m, questa soluzione offre varie combinazioni di contatti per una disinserzione sicura e una diagnostica semplice e rapida. Per distanze maggiori, è disponibile l'interruttore di emergenza a fune EX-I-RS655 con azionamento bilaterale. È caratterizzato da costi di installazione significativamente ridotti, resi possibili dalla lunghezza massima del cavo di 2x100 m e dalla morsettiera di collegamento centrale, che permette un cablaggio semplice e veloce. L'EX-I-RS655 è disponibile, opzionalmente, anche con interfaccia DuplineSafe integrata per un collegamento in serie sicuro, inclusa la diagnostica.

Monitoraggio dell’allineamento nastro

Gli interruttori di allineamento nastro delle serie EX-T.454 e EX-I-BS655, realizzati in ghisa grigia, controllano la rettilineità di marcia dei sistemi di trasporto a nastro e sono disposti a coppie su entrambi i lati del nastro trasportatore vicino ai rulli di azionamento e di rinvio. In caso di carico irregolare, possono verificarsi deviazioni di posizione che, in circostanze estreme, portano a danni e perdite di materiale. Per il monitoraggio della posizione, un sistema di segnalazione per gradi permette la correzione tempestiva del nastro con il segnale di preallarme, mentre il segnale di arresto porta allo spegnimento del trasportatore.

Adattamento flessibile al sistema di trasporto a nastro in uso

La serie EX-I-BS655 è basata sulla piattaforma multifunzionale HDS. Con un interruttore di base e diversi elementi di azionamento, nonché diversi diametri del cilindro e angoli di commutazione regolabili, permette un adattamento flessibile al sistema di trasporto a nastro in uso. Il collegamento alla morsettiera centrale preconfezionata è molto semplice. Entrambe le serie EX-T.454 ed EX-I-BS655 sono disponibili, su richiesta, con un’interfaccia bus di campo Dupline, che offre una maggiore comodità diagnostica con minori costi di cablaggio. I dispositivi di commutazione Ex sono progettati conformemente ai requisiti della direttiva ATEX 2014/34/UE. Dotati di omologazione IECEx, soddisfano anche i requisiti internazionali per la protezione antideflagrante.

Rossana Saullo si laurea prima in Lettere Moderne presso l’Università della Calabria di Cosenza, successivamente consegue la laurea magistrale in Letteratura, Filologia e Linguistica Italiana presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2020 consegue il Master Professione Editoria Cartacea e Digitale presso l’Università Cattolica di Milano. Da settembre 2020 lavora in TIMGlobal Media.

More articles Contatto