Asset Integrity nei settori industriali complessi

Tecnologie avanzate ed esperienza sono fondamentali per avere decisioni su base analitica in un mercato competitivo

  • Settembre 7, 2017
  • 218 views
  • Impianto petrolchimico a Lanzhou (Cina)
    Impianto petrolchimico a Lanzhou (Cina)

Competizione globale

L’industria moderna è basata su globalità e molteplicità di risorse tangibili e intangibili (interne ed esterne). La complessità organizzativa (impianti produttivi, supply chain e mercati) richiede una gestione avanzata per le grandi aziende.

 Per prendere decisioni rapide, il top management dispone di informazioni complete in tempo reale, grazie ai progressi di comunicazione e informatica.

La prevenzione di rischi è una priorità a tutti i livelli e in particolare per le funzioni esecutive, operative e manutentive degli impianti. Il danneggiamento di macchinari e problemi di HSE (Health Safety Environment) potrebbero avere impatti economici non trascurabili.

Identificazione e valutazione rischi

La realizzazione di impianti richiede una gestione complessiva dei rischi fin dal progetto iniziale. La raccolta e l’analisi dei dati operativi, portano a informazioni significative a disposizione dei livelli manageriali.

Tecniche qualitative o quantitative di risk analysis aiutano a focalizzare le criticità, con valutazioni semplificate o approfondite, in funzione dell’importanza degli impianti e della disponibilità di dati. Sistemi avanzati di comunicazione ed elaborazione dati permettono una continua ottimizzazione dei miglioramenti, piu’ rapidamente e col coinvolgimento di tutte le funzioni aziendali. Cosi è possibile definire le strategie e le conseguenti azioni operative, manutentive e gestionali.

Asset Integrity Management (AIM)

Gli asset devono dare prestazioni efficaci ed efficienti per avere un esercizio sicuro ed affidabile per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. L’ AIM ne assicura l’integrità e la prestazioni ottimali durante il ciclo vitale, salvaguardando HSE e supportando il rispetto dei regolamenti locali.

Occorre un monitoraggio delle attività con indicatori misurabili, particolarmente per prestazioni e gli aspetti critici della sicurezza. Cosi i business leaders sono meglio informati e più preparati ad agire, in base alle elaborazioni ricevute, e quindi dare le priorità.

L’AIM usa i processi di business, sistemi, attrezzature, competenze e risorse necessarie per assicurare l’integrity durante il ciclo di vita degli asset, con standards e guidelines per affrontare le sfide industriali. 

Industrializzazione digitale

La disponibilità di nuovi sistemi informatici porta le società a cambiamenti per

  • realizzare un business più intelligente;
  • avere dei risultati più rapidamente;
  • mantenere la competitività sul mercato.

La disponibilità di nuovi sensori da installare sulle macchine, connesse tra loro, unitamente alle persone consente di migliorare l’integrità degli asset.

L’Industrial Internet of Things (IOT) porta a piattaforme che aiutano ad orientare i risultati operativi e di business. 

Una quantità notevole di dati (Big Data) viene trasformata in azioni razionali per migliorare efficienza, produttività e profittabilità.

Tecnologie avanzate ed esperienza sono fondamentali per avere decisioni su base analitica in un mercato competitivo. 

Enzo Giacomelli, Compressor Consultant