Manutenzione su condizione per flotte navali

SKF ha equipaggiato i vascelli della Tsakos Columbia Shipmanagement con kit Marin Condition Monitoring

  • Aprile 26, 2016
  • 648 views
  • La Tsakos Columbia Shipmanagement fornisce servizi per 70 imbarcazioni
    La Tsakos Columbia Shipmanagement fornisce servizi per 70 imbarcazioni
  • Il kit SKF Marine Condition Monitoring è uno strumento portatile dotato di modelli macchina predefiniti
    Il kit SKF Marine Condition Monitoring è uno strumento portatile dotato di modelli macchina predefiniti
  • Il kit consente agli ingegneri di bordo di acquisire dati sulle vibrazioni dai macchinari ausiliari critici
    Il kit consente agli ingegneri di bordo di acquisire dati sulle vibrazioni dai macchinari ausiliari critici

 

SKF ha iniziato un programma di manutenzione basata sulle condizioni per la flotta della Tsakos Columbia Shipmanagement (TCM), che offre potenzialità per abbattere i costi e ridurre le attività di manutenzione.

 

Questo programma di manutenzione completo consente una serie di vantaggi, che spaziano dall'eliminazione dei cedimenti imprevisti nei macchinari critici alla segnalazione precoce di possibili problemi in quelli ausiliari.

 

Lo strumento di monitoraggio e reportistica personalizzato fornito da SKF restituisce dati specifici sugli interventi da attuare e sul momento opportuno per farlo, consentendo agli ingegneri di bordo di eseguire le attività di manutenzione e sostituzione dei componenti al momento giusto.

 

La TCM ha ordinato kit SKF Marine Condition Monitoring per l'intera flotta, che sarà pertanto dotata di questa soluzione di base per la manutenzione basata sulle condizioni.

 

I kit sono stati forniti da un concessionario autorizzato SKF di Piraeus.

 

La TCM è la prima compagnia di navigazione greca a installare questa soluzione di condition monitoring sulle imbarcazioni dell'intera flotta.

 

Ole Kristian Joedahl, Sales and Marketing Director, Industrial Market, spiega: "Il settore navale rappresenta per noi un segmento chiave, in cui riconosciamo un notevole potenziale. Consentendo agli operatori di accedere a dati che li aiutano a definire le priorità per le attività di manutenzione, le nostre soluzioni assicurano loro supporto diretto per evitare cedimenti imprevisti e ridurre i costi operativi totali".

 

La TCM desiderava passare al livello successivo in ambito di manutenzione adottando pratiche avanzate di manutenzione basata sulle condizioni.

 

L'obiettivo era evitare cedimenti imprevisti nei macchinari critici, riducendo al minimo l'impatto sui componenti associati e assicurando, al contempo, l'affidabilità delle attività della flotta.

 

 

Gli ingegneri SKF hanno fatto visita alle strutture della TCM insieme al concessionario autorizzato locale per analizzare le esigenze specifiche della compagnia e definire quali macchine dovessero essere monitorate regolarmente.

 

"Assicurare l'affidabilità delle attrezzature è uno dei nostri perenni obiettivi e il condition monitoring costituisce uno strumento molto utile per raggiungerlo.

 

Allo stesso tempo, a bordo delle navi, dobbiamo mantenere uniformemente alto il livello di competenza in ambito di condition monitoring, per la rotazione della forza lavoro tra le diverse imbarcazioni.

 

Per questo motivo è importante disporre di uno strumento di facile impiego per monitorare le condizioni di macchinari ausiliari critici", ha spiegato il Sig. Dimitris Psaradakis, Technical Manager alla TCM SA.

 

SKF ha proposto una versione personalizzata del kit Marine Condition Monitoring, adattata in base alle esigenze del cliente.

 

Il kit SKF Marine Condition Monitoring è uno strumento portatile dotato di modelli macchina predefiniti e utili e chiare istruzioni di lavoro, che consentono agli ingegneri della TCM di eseguire sul posto valutazioni affidabili delle condizioni macchina per ogni imbarcazione.

 

Il kit SKF Marine Condition Monitoring offre una soluzione rapida e semplice per il monitoraggio delle condizioni di macchinari ausiliari critici.

 

Infatti, anche un utilizzatore inesperto può comprendere i risultati delle misurazioni di vibrazione e individuare la causa di guasto nei macchinari.

 

Con il kit SKF Marine Condition Monitoring gli ingegneri di bordo acquisiscono dati sulle vibrazioni dai macchinai ausiliari critici, comprese pompe di carico, ventole sala motori, compressori, purificatori e motori elettrici, e possono monitorare e valutare i livelli di vibrazioni nelle aree di alloggio, in conformità alla linee guida MLC (Maritime Labour Convention).

 

I dati vengono quindi scaricati e trasmessi attraverso il sistema di comunicazione della nave alla sede della TCM, dove, per ogni imbarcazione, viene generato un report accuratamente dettagliato sulle condizioni attuali dei macchinari.

 

I risultati vengono indicati in report personalizzati semplici da utilizzare, che aiutano gli ingegneri di bordo a definire le priorità di programmazione per gli interventi, con conseguente aumento dell'efficienza.

 

 

Il feedback può consentire anche di generare un ordine di lavoro nel sistema di gestione manutenzione della nave, assicurando che ogni ingegnere capo sia informato di tutte le problematiche in corso durante la programmazione degli interventi da attuare.

 

Questo servizio mira a garantire un alto livello di affidabilità della flotta della TCM, mantenendo le imbarcazioni principali in mare e assicurandone la massima efficienza.

 

SKF fornisce consulenza e supporto durante tutte le fasi del progetto, dalla personalizzazione delle caratteristiche dello strumento, in linea con le esigenze del cliente, fino alla formazione del team tecnico e all'integrazione della soluzione nel sistema di gestione manutenzione della nave (MMS).

 

Gli ingegneri SKF offrono anche supporto post-vendita, assicurando un servizio specialistico 24 ore su 24, per risolvere eventuali problemi e contribuire ad aumentare al massimo il tempo di disponibilità della flotta.

 

Oltre a favorire strategie di manutenzione all'avanguardia, questa soluzione offre anche un sistema semplice per verificare i criteri di accettazione macchina dopo la riparazione in officina o a bordo.

 

Il passaggio alla manutenzione basata sulle condizioni non deve necessariamente implicare ingenti investimenti.

 

"Con il kit SKF Marine Condition Monitoring possiamo identificare ed eliminare i problemi in fase precoce.

 

In breve tempo abbiamo potuto aumentare il tempo di disponibilità e l'affidabilità delle macchine e ridurre considerevolmente i costi.

 

Nel complesso, il nostro investimento si è rivelato molto basso rispetto ai vantaggi che abbiamo ottenuto implementando questa soluzione", ha dichiarato il Sig. Psaradakis.

 

La Tsakos Columbia Shipmanagement ("TCM") S.A. fornisce servizi di gestione e operativi, nonché equipaggi, per una flotta diversificata di 70 imbarcazioni tra navi cisterna, portacontainer e da carico secco con capacità di oltre 6,0 milioni di tonnellate di portata lorda (dwt).

 

 

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto