Science Based Targets initiative valida gli obiettivi climatici di Schaeffler

L’azienda mira per il 2030 a tagliare del 90% le emissioni nella produzione interna e del 25% in selezionate aree della catena di approvvigionamento, cifre coerenti con l'obiettivo di riduzione di 1,5 gradi previsto dall'Accordo di Parigi

  • Gennaio 30, 2023
  • 379 views
  • SBTi è una partnership tra CDP, il Global Compact delle Nazioni Unite, il World Resources Institute (WRI) e il World Wide Fund for Nature (WWF)
    SBTi è una partnership tra CDP, il Global Compact delle Nazioni Unite, il World Resources Institute (WRI) e il World Wide Fund for Nature (WWF)

Gli obiettivi del Gruppo Schaeffler per la riduzione delle emissioni di gas serra sono stati convalidati dalla Science Based Targets initiative (SBTi) come conformi ai criteri e alle raccomandazioni SBTi. Schaeffler si impegna a ridurre le sue emissioni di gas serra di Scope 1 e Scope 2 del 90% entro il 2030, con il 2019 come anno di riferimento. L'azienda si è inoltre prefissata di ridurre del 25% nello stesso periodo le sue emissioni di gas serra per lo Scope 3 derivanti da beni e servizi acquistati, attività relative a carburanti ed energia e trasporto e distribuzione a monte. Queste attività risultano  in linea con quanto la più recente scienza climatica ritiene necessario per raggiungere gli obiettivi dell'Accordo di Parigi.

Obiettivo: limitare il riscaldamento globale  

Il team di convalida degli obiettivi SBTi ha classificato e valutato gli obiettivi climatici presentati loro dal Gruppo Schaeffler e ha concluso che sono in linea con gli obiettivi dell'Accordo di Parigi e quindi supportano l'obiettivo generale di limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi rispetto a livelli preindustriali. «Limitare il riscaldamento climatico è un compito globale che può essere realizzato solo lavorando insieme», afferma Klaus Rosenfeld, CEO di Schaeffler. «Abbiamo adottato consapevolmente un approccio scientifico ai nostri obiettivi climatici e siamo soddisfatti di questo riconoscimento da parte dell'SBTi. Nel perseguire la nostra Roadmap 2025 e i nostri ambiziosi obiettivi stiamo intraprendendo un percorso che, sebbene impegnativo, è assolutamente fondamentale».

Percorso  basato sulla scienza

Gli obiettivi climatici del Gruppo Schaeffler sono basati sulla scienza, come confermato dall'SBTi, e quindi forniscono un percorso chiaramente definito per ridurre le emissioni di gas serra. Schaeffler ha adottato questi obiettivi per prevenire peggioramenti causati dal cambiamento climatico e garantire una crescita dell’azienda, così pronta per il futuro. La convalida da parte dell'SBTi conferma che gli obiettivi e le misure del Gruppo Schaeffler sono conformi alle più recenti scienze climatiche, il che significa che permettono il raggiungimento degli obiettivi dell'Accordo di Parigi. Inoltre, le aziende raggiungono una crescita a prova di futuro attraverso obiettivi climatici scientificamente fondati, rafforzando la fiducia degli investitori e promuovendo l'innovazione e la competitività. La validazione secondo SBTi è quindi riconosciuta anche da investitori e clienti.

SBTi è una partnership tra CDP, il Global Compact delle Nazioni Unite, il World Resources Institute (WRI) e il World Wide Fund for Nature (WWF). È stata istituita nel 2015 per aiutare le aziende a fissare obiettivi di riduzione delle emissioni in linea con la scienza del clima e gli obiettivi dell'Accordo di Parigi.