Successo per il primo ServiceMax Day

  Richiedi informazioni / contattami

A Firenze, presso il Learning Center di GE, una giornata di casi applicativi e approfondimenti

L’evento ha riscosso la partecipazione di oltre 50 persone che hanno avuto modo di ascoltare novità e casi applicativi più interessanti in casa ServiceMax, ora parte di GE Digital
L’evento ha riscosso la partecipazione di oltre 50 persone che hanno avuto modo di ascoltare novità e casi applicativi più interessanti in casa ServiceMax, ora parte di GE Digital

Si è tenuto lo scorso 28 marzo presso il Learning Center di Gene­ral Electric a Firenze, il primo ServiceMax Day in Italia. Si è trat­tato di un evento che ha riscosso la partecipazione di oltre 50 persone che hanno avuto modo di ascoltare quelle che sono le novità e i casi applicativi più interessanti in casa ServiceMax, ora parte di GE Digital: per la prima volta l’azienda ha deciso di organizzare un evento sul territorio italiano e la soddisfazione a fine giornata è stata evidente. Un evento strutturato in modo ben preciso: interventi istituzionali, casi applicativi, demo e novità e visita allo stabilimento al termine della giornata.

La giornata, dopo il benvenuto iniziale a cura di Marc Vincent, Regional VP Sales di ServiceMax, è stata introdotta da una interessantissima presenta­zione curata dal Prof. Mario Rapaccini: a lui è toccato il compito di entrare sull’argomento del giorno, la trasformazione digitale del “Field Service”, verso il Service 4.0. Non esiste nel Piano Nazionale Impresa 4.0 un rife­rimento al Field Service però nello stesso tempo il mondo sta cambiando, sta cambiando il modello di business delle azien­de manifatturiere e quindi anche questo ambito sta andando in questa direzione. E un’azienda come General Electric è indubbiamente pioniera in questa trasformazione. Rapaccini ha parlato di Service 4.0 come relazione tra la trasformazio­ne del business e le nuove tecnologie. Sono 3 le direttrici di suggerimento per la trasformazione digitale del Service: la riprogettazione dei prodot­ti verso lo sviluppo di soluzioni smart, la trasfor­mazione digitale del service e la digitalizzazione del processo di field.

A seguire, dopo un intervento di Deloitte – con Alessandro Lizzi per la parte Industry 4.0, e Pa­olo Bulleri per la parte tax – è toccato a Raffaele Lauria e Elena Lorenzi di Baker Hughes raccon­tare il caso di successo che li ha visti protagonisti insieme a ServiceMax.

Lauria e Lorenzi hanno mostrato come la so­luzione di ServiceMax abbia permesso a Baker Hughes di ottenere diversi benefici, primo tra tutti quello di poter assegnare il giusto ingegne­re per ogni progetto e ordine di lavoro, questo è possibile grazie alla centralizzazione di tutte le informazioni e competenze delle centinai di in­gegneri sparsi per tutto il mondo. Sono migliorati molti KPI dell’organizzazione di Field Service: esternamente la qualità del servizio offerto e la customer satisfaction, mentre internamente pro­duttività e riduzione dei costi.

Dalla soddisfazione di Baker Hughes nel pomerig­gio si è passati a quella di Sky Italia: nelle parole di Lucio Golinelli, Retail & Service Senior Director del big player televisivo, oltre alla passione per il proprio lavoro, è emerso chiarissimo il ruolo che ha avuto, e che ha tutt’ora nel segno di una col­laborazione avviata ed efficace, ServiceMax nel coordinamento e nella gestione degli operatori che lavorano sul campo e che attraverso l’app di ServiceMax possono ricevere le comunicazioni con timing perfetti per il proprio lavoro.

Al termine della giornata è stato poi possibile vi­sitare lo stabilimento del Pignone di Baker Hu­ghes, a GE Company. Indubbiamente si è tratta­to solo di un primo appuntamento, ServiceMax sta crescendo in Italia e arriveranno altri eventi come questo.

Marco Marangoni

Pubblicato il Maggio 4, 2018 - (36 views)
Articoli correlati
Riflessione intimista sulla Storia e sul Futuro della Manutenzione
Parola d’ordine: integrare i principi della sostenibilità nel processo manutentivo
La gestione sostenibile degli Asset del servizio idrico integrato
Best Practices di manutenzione per l’ottimizzazione energetica d’impianto
Manutenzione e sostenibilità, un destino comune
MaintenanceStories 2018, report di un successo
Gli strumenti manutentivi per il Condition Monitoring nell’era 4.0
Sessant’anni di attività nel settore delle casseforme pneumatiche
Economia circolare, rifiuti come risorse nell’industria 4.0
Hidalgo Sider
Sistemi di bullonatura industriali
Manutenzione e tecnologia predittive
Sistema di gestione malfunzionamenti
Prospettiva + prestazione
Sistemi per il condition monitoring
Termocamera ad alta precisione
Misuratore di isolamento
Soluzione per il Field Service Management
CMMS per l'Industria 4.0
Software per ispezioni termografiche
Sonde, termocamere e multimetri per la manutenzione
Estensione di tensione d'uscita
Interruttore per configurazioni ad alta densità
Pinza parallela a due griffe
Cilindro di bloccaggio con unità separabile
Termocamere con interfaccia Touchscreen
Scopri la nuova serie di termocamere Fluke
Misura di stoccaggio ceneri
Rilevatore di ultrasuoni per indagini predittive
Condition Monitoring Online con interfaccia bus di campo
Luce da lavoro a LED
Misura di stoccaggio ceneri
Trasmettitore di pressione da remoto
Camera di visione tridimensionale
Sistema di posizionamento assoluto
Rilevatore di ultrasuoni per indagini predittive
Condition Monitoring Online con interfaccia bus di campo
Sistema di allineamento
Avvitatore a impulsi in magnesio
Manifold ergonomico e compatto