Garantire aria compressa e azoto di qualità

  Richiedi informazioni / contattami

Parker Hannifin offre un sistema di purificazione integrato e compatto per la rimozione di contaminanti per il settore Food & Beverage

Oleodinamica & Pneumatica

Fabio Bruno, Compressed Air Purification Gas Generation & Pro¬cess Cooling Application Engineer, Parker Hannifin, Region South EMEA
Fabio Bruno, Compressed Air Purification Gas Generation & Pro¬cess Cooling Application Engineer, Parker Hannifin, Region South EMEA
Parker grazie a NITROSource PSA offre sistemi di generazione di azoto per ottenere azoto di purezza certificata da ente terzo per ottenere azoto di qualità idonea per essere utilizzata a contatto con alimento
Parker grazie a NITROSource PSA offre sistemi di generazione di azoto per ottenere azoto di purezza certificata da ente terzo per ottenere azoto di qualità idonea per essere utilizzata a contatto con alimento

Prima di spiegare cosa serve per purificare l’aria compressa nelle industrie alimentari e delle bevande, serve innanzitutto compren­dere le normative e gli standard imposti ai produttori e rivenditori del settore. La non conformità non è un’opzione.

Il Decreto Legislativo 155/97 è il documento base per l’attività di autocontrollo igienico nei pubblici esercizi e nelle industrie alimentari: prevede che l’azienda produttrice deve garantire che la preparazione, la trasformazione, la fabbri­cazione, il confezionamento, il deposito, il trasporto, la distribuzione, la ma­nipolazione, la vendita o la fornitura, compresa la somministrazione dei pro­dotti alimentari, siano effettuati in modo igienico. Questo decreto impone alle aziende l’adozione di procedure di autocontrollo, dirette a garantire l’igienicità degli alimenti sulla base del Sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici HACCP. Normalmente, la procedura HACCP è strettamente applicata ai principali processi di produzione Tuttavia, per mancanza di consapevolezza, non è sempre applicata o correttamente applicate per le utilities.

La fonte di energia più trascurata in un impianto di produzione è l’aria com­pressa che alimenta molti processi di fabbricazione/applicazioni e spesso viene utilizzata a contatto con alimento diretto o in­diretto ma a rischio potenziale di contaminazione.

Questo è un problema importante: l’aria compres­sa direttamente o indirettamente a contatto con macchinari, attrezzature, prodotti e imballaggi può inconsapevolmente contaminarli.

Quale linea guida seguire per il trattamento dell’aria compressa a contatto con alimento?

La British Compressed Air Society (BCAS) Ha creato un codice di condotta (Food Grade Com­pressed Air Code of Practice) da seguire per il trattamento dell’aria compressa in ogni punto di utilizzo. È l’unico strumento GMP “programma di sicurezza”, riconosciuto a livello internazionale, che fornisce le specifiche dettagliate per quanto concerne l’utilizzo dell’HACCP e il relativo grado di qualità dell’aria compressa da rispettare sia per contatto diretto e indiretto. Parker è membro del BCAS. Ogni punto in un impianto di un’industria alimentare, dove viene utilizzata aria compressa, è classificato come un CCP (Punto Critico di Con­trollo) a causa della contaminazione presente nel sistema dell’aria compressa e devono essere pre­se adeguate misure per ridurre i contaminanti pre­senti nell’aria compressa a livelli accettabili. Il BCAS per definire gli standard di qualità dell’aria compressa da adottare a contatto diretto o in­diretto con l’alimento, si riferisce alla normativa che regolamento la qualità dell’aria ISO8573-1:2010.

Il BCAS indica che l’aria a contatto diretto o indiretto (ma con rischio potenziale di contaminazione) con alimento, prima di un filtro steri­lizzante, deve avere una qualità di purezza in accordo alle classi 1.2.1 dettate dalla ISO8573:1-2010. 

Esistono differenti tecnologie di purificazione per eliminare i con­taminanti in un sistema di aria compressa: filtri a coalescenza, essiccatori a ciclo frigo e ad ad­sorbimento, filtri per particolato solido e sterilizzanti.

Bisogna garantire e dimostrare agli enti ispettivi che l’aria a con­tatto con alimento sia pulita, secca (vapore acqueo con un valore -40°C pdp) e sterile (priva di micro organismi e batteri) per evitare che i contaminanti va­dano a compromettere la sicurezza e l’igiene dell’alimento. Prima di un filtro sterilizzante, secondo il codice di condotta BCAS e normative ISO, è neces­sario raggiungere le classi ISO 1.2.1 dettate dalla normativa ISO8573:1-2010

È altamente raccomandato trattare tutta l’aria compressa in sala compressori, con un essiccatore frigorifero e filtri, in modo da proteggere il sistema di distribuzione principale, e di fornire aria di elevata qualità con un sistema di essiccamento dedicato solo al punto di utilizzo “critico”.

Questo approccio a livello progettuale garantisce un corretto trattamento dell’aria e rappresenta la soluzione più conveniente per avere aria compressa di qualità elevata, come da schema sotto di esempio.

Il sistema di purificazione FPB Food, Beverage & Pharma

FBP integra tutte le tecnologie di purificazione necessarie in un unico skid compatto per la rimozione della maggior parte dei contaminanti grazie a 6 stadi di purificazione. Garanzia dell’aria in uscita CERTIFICATA. Prestazioni dei filtri e dell’essiccatore certificate da ente terzo validante “Llyods Register” per fornire di standard una qualità dell’aria in accordo a ISO85873-1 classi 1.2.0 Filtri testati secondo ISO12500-1 e ISO8573-5, essiccatori testati se­condo ISO7183. I filtri ed essiccatori di Parker sono progettati per fornire aria compressa di qualità conforme o superiore agli standard riportati in tutte le revisioni della norma ISO8573-1 “Standard Internazionale sulla Qualità dell’A­ria” e agli standard del Codice di Condotta per l’impiego dell’aria compressa per uso alimentare BCAS. Le prestazioni dei prodotti di Parker sono certifi­cate da Enti Terzi validanti ed Inoltre i filtri ed essiccatori sono fabbricati con: materiali di costruzione conformi a FDA Title 21 part 77 ed esenti da normativa EC1935-2004.

Queste peculiarità rendono i prodotti di Parker per il tratta­mento dell’aria compressa Il sistema di purificazione perfet­to per l’industria alimentare e delle bevande.

Non solo aria compressa ma anche azoto di grado alimentare

Oltre alla qualità, al sapore e all’aspetto dell’alimento, anche la qualità dell’azoto utilizzato nelle fasi di confezionamento o inertizzazione riveste importanza fondamentale. I requisiti delle specifiche per i gas usati in applicazioni MAP variano in base al paese. Ad esempio, in Europa l’EIGA ha sviluppato una specifica che indica il massimo livello di contaminanti che si ritiene accettabile nei gas di grado alimentare. L’azoto viene classificato come additivo alimentare quando entra in contatto diretto con l’alimento. In questo caso viene indica­to dalla lettera “E” seguita da un numero. La nomenclatura per l’azoto è “E941”. Nell’Unione europea, la conformità ai livelli di contaminazione specificati è obbligatoria per legge.Parker grazie a NITROSource PSA offre sistemi di gene­razione di azoto per ottenere azoto di purezza certificata da ente terzo per ottenere azoto di qualità idonea per essere utilizzata a contatto con alimento.

Pubblicato il Giugno 21, 2019 - (35 views)
Parker Hannifin Italy Srl
Via Archimede, 1
20094 Corsico - Italy
+39-02-451921
+39-02-4479340
Visualizza company profile
Mappa
Più prodotti da questo inserzionista
Strumento di scrittura per macchine
Valvole pneumatiche con Industrial Ethernet
La divisione IPDE di Parker ottiene una certificazione IATF
Parker insieme ai distributori a Hannover Messe
Rivestimento per elastomeri
Valvola di scarico di sicurezza pneumatica
Azionamenti oleodinamici con supporto software
Leghe resistenti alla corrosione nell’industria Oil & Gas
Accumulatore a sacca
Il camion espositivo di Parker in tour
Soluzioni per automazione
Selezione O-Ring Semplificata
Elettrovalvole per distributori automatici
Sistema di tracking per tubi flessibili
Sistemi di trattamento ed essiccazione aria
Soluzioni per Motion & Control
Automazione pneumatica ed elettromeccanica
Valvola di scarico di sicurezza pneumatica
Accumulatore a sacca
Modulo IO-Link per valvole ISO
Valvole ISO con manifold universale
Filtri a coalescenza per carburanti
Sensori intelligenti per cilindri pneumatici
Valvola proporzionale direzionale
Valvola regolatrice di flusso proporzionale
Tubo per idropulitrici e pulizia ad altissime pressioni
Soluzioni per Motion & Control
Articoli correlati
Sistema di monitoraggio fluidi per la lavorazione dei metalli
Pompe a doppia membrana ASTRAsolid
Depositi di olio, un problema per l’industria cartaria
Total acquisisce attività Houghton
Filtro smontabile
Filtro per circuiti oleodinamici
Pompe a cassa divisa
Lubrificanti per l'industria dei trasporti
Manutenzione ed efficienza 4.0: Il caso Andritz
Pompe ed elettropompe su misura
Iniettori di lubrificazione
Valvole industriali
Elettropompe in acciaio duplex
Pompe per superficie o profondità
Analisi oli
Manutenzione sostenibile degli oli
Condition Monitoring impianto idraulico
Sistema di controllo automatizzato
Pompe per la gestione dell'acqua
Manutenzione preventiva oli
Sistema di monitoraggio fluidi per la lavorazione dei metalli
Pompe a doppia membrana ASTRAsolid
Filtro smontabile
Pompe compatte a ingranaggi
Pompa elettrica con serbatoio ricaricabile
Pompe in linea per liquidi sino a 140°
Valvole proporzionali con interfaccia IO-Link
Lubrificanti per la manutenzione
Modulo di presa e rotazione per piccoli oggetti
Lubrificante per motori a metano
Sistema di monitoraggio fluidi per la lavorazione dei metalli
Filtro per circuiti oleodinamici
Pompe a cassa divisa
Centraline idrauliche modulari
Motori per industria alimentare
Grassi per cuscinetti volventi
Dosatore per sistemi di lubrificazione a linea singola
Cilindro compatto con guida lineare integrata
Klüber Lubrication: la storia di una collaborazione straordinaria
Grasso lubrificante per cuscinetti