Sensoristica Smart, da tendenza del settore a necessità strategica

  Richiedi informazioni / contattami

Per contrastare guasti e malfunzionamenti causati dai fluidi, Hydac propone strumenti connessi per la misura della contaminazione dell’olio

Manutenzione 4.0

Sensoristica Smart, da tendenza del settore a necessità strategica
Sensoristica Smart, da tendenza del settore a necessità strategica
Hydac dispone di una vasta gamma di sensori e strumenti di misura, dotati dei più noti protocolli di comunicazione in ambito industriale e per le più svariate applicazioni nel settore oleodinamico ed elettroidraulico
Hydac dispone di una vasta gamma di sensori e strumenti di misura, dotati dei più noti protocolli di comunicazione in ambito industriale e per le più svariate applicazioni nel settore oleodinamico ed elettroidraulico
Il sensore può fornire informazioni aggiuntive se opportunamente connesso ad altri componenti oleodinamici
Il sensore può fornire informazioni aggiuntive se opportunamente connesso ad altri componenti oleodinamici
Nell’era del Condition Monitoring, dell’Industrial Internet of Things e della Manutenzione Smart, divengono fondamentali il monitoraggio e la gestione dei dati generati dei sensori
Nell’era del Condition Monitoring, dell’Industrial Internet of Things e della Manutenzione Smart, divengono fondamentali il monitoraggio e la gestione dei dati generati dei sensori

La raccolta dei dati di campo è il primo anello del processo di digi­talizzazione dell’impianto industriale. I dati generati dai sensori, oltre ad essere l’input nella logica automatica di regolazione, sono indicativi del funzionamento e delle performance di macchine e impianti.

Sensorizzare sistemi e impianti, più che una tendenza, diviene oggi una vera e propria necessità sia per costruttori di macchine che per clienti finali. Il mo­nitoraggio dei parametri di processo, delle prestazioni della macchina e dello stato del fluido idraulico sono la chiave per un sistema produttivo performante, efficiente e flessibile e in totale accordo con il paradigma di Industry 4.0.

La gamma di sensori

Hydac dispone di una vasta gamma di sensori e strumenti di misura, dotati dei più noti protocolli di comunicazione in ambito industriale e per le più svariate applicazioni nel settore oleodinamico ed elettroidraulico.

Grandezze di interesse come pressione, temperatura, portata, livello dell’olio e distanza-spostamento sono misurate mediante unità di acquisizione dati quali sonde, trasduttori e sensori. Nella gamma Hydac, questi sono disponibili nella versione “standard” con segnale analogico 0-10V o 4-20mA, nella versione con protocollo CAN per un segnale robusto e affidabile e immune ai disturbi, nella versione con protocollo IO-Link per una comunicazione bidirezionale con le unità di controllo, e nella versione con protocollo HART per la trasmissione bidirezionale di informazione digitali sovrapposte al segnale analogico senza interferenza.

Di forte interesse, in un’ottica di cost savings e downsizing, sono i combina­tion sensors, in grado di misurare più grandezze mediante una sola unità di acquisizione dati.

Oltre che l’informazione relativa alla misura intrinseca della grandezza, il sen­sore può fornire informazioni aggiuntive se opportunamente connesso ad altri componenti oleodinamici. Ad esempio, un pressostato differenziale inserito tra monte e valle di un filtro fornisce una misura, seppure indiretta, del grado di intasamento di questo oppure, inserito che tra monte e valle della massa radiante di uno scambiatore, è indice di ostruzione idraulica della piastra; come anche un trasduttore di pressione inserito nel lato azoto di un accumu­latore è indice della precarica di questo. In parti­colare, gli accumulatori oleo-pneumatici sono tra i componenti che più necessitano di dispositivi di controllo e sicurezza pre-allarmando l’utente da guasti e fermo macchina. Il dispositivo BIS che mo­nitora lo stato della sacca, in caso di rotture della stessa, informa il sistema con un allarme. Nel caso degli accumulatori a pistone, invece, sensori di po­sizione a ultrasuoni verificano che l’accumulatore stia performando secondo i parametri di progetto e, in alternativa, possono essere impiegati i sensori di posizione laser. Questi dispositivi, in un’ottica di retrofitting, trovano impiego anche in impianti già avviati perché montati esternamente. Nella gam­ma elettro-idraulica rientrano, inoltre, trasduttori di pressione, portata, temperatura con approvazione ATEX, IECEx, cCSAus, e disponibili con protocollo HART e Io-Link.

Oltre le grandezze standard. La misura della contaminazione dell’olio idraulico

La principale causa di malfunzionamenti, dissipa­zioni energetiche e guasti all’impianto (per circa il 70%) è lo stesso fluido idraulico: questo è infatti soggetto a contaminazione di natura solida (effetto abrasivo delle particelle), liquida (effetto ossidante dell’acqua) e gassosa (effetto dissipativo elastico dell’aria), fattori che in maniera diversa e sensibil­mente negativa impattano sullo stato di salute di componenti e sistemi. Hydac propone una serie di sensori smart specifici per la misura della conta­minazione dell’olio.

Il Contamination Sensor (CS) fornisce la misura della classe di contaminazione solida secondo le normative ISO, NAS e SAE; l’Aqua Sensor (AS) fornisce la il grado di saturazione di acqua nell’o­lio, inviando segnali di warning o allarme qualora questa superi livelli del 60% o 80%; l’Hydac Lab (HLB), sulla base di grandezze intrinseche misu­rate nel fluido, fornisce una misura indiretta dello stato di invecchiamento del fluido. Hydac Italia pro­pone inoltre delle unità mobili di flussaggio e filtra­zione (UPLX e UPLM), con a bordo i sensori sopra citati, per un controllo off-line dello stato del fluido ed una filtrazione ottimale fino alla raggiungimento della classe target di contaminazione.

Gestione dati in ottica 4.0

Nell’era del Condition Monitoring, dell’Industrial Internet of Things e della Manutenzione Smart, di­vengono fondamentali il monitoraggio e la gestione dei dati generati dei sensori, che ci si trovi a bor­do macchina, di fronte al PC della rete aziendale o dall’altra parte del mondo connessi con uno smar­tphone. Hydac propone una serie di soluzioni volte alla connettività dei dati acquisiti dai sensori.

Condition Sensor Interface (CSI) e Machine Con­dition Monitoring System (MCMS) sono delle in­terfacce, collettori di dati provenienti da uno o più sensori, in grado di condividere tali informazioni su rete cablata o WLAN, rendendole disponibili in tempo reale e generandone storici su PC o smar­tphone dotati di opportuna applicazione (FluMoS).

CM-Expert è la piattaforma HYDAC per il monito­raggio remoto online di macchine e impianti, dai dati di produzione agli allarmi per evento, fino ai segnali di probabile avaria.

La gestione di grandi quantità di dati, oltre ad offrire un potente strumento di monitoraggio, controllo e decisione di processo, rappresenta per HYDAC una delle grandi sfide di un futuro sempre più presente chiamata digitalizzazione dell’oleodinamica, in tota­le accordo con il paradigma di Industry 4.0.

Per ulteriori informazioni clicca qui.

Pubblicato il Giugno 21, 2019 - (201 views)
Hydac spa
Via Archimede, 76
20041 Agrate Brianza - Italy
+39-039-642211
+39-039-6899682
Visualizza company profile
Mappa
Più prodotti da questo inserzionista
Sensori elettronici per la manutenzione 4.0
Dispositivo per la filtrazione delle nebbie oleose
Sostenibilità d’Impianto: una sintesi
Efficienza e sostenibilità d'impianto con il circuito oleodinamico
Manutenzione 4.0, un reale cambiamento di Business Model
Manutenzione ed efficienza 4.0: Il caso Andritz
Contaminazione del fluido idraulico: pericolo guasto
Life Cycle Cost Management, efficienza energetica, digitalizzazione
Controllo remoto e manutenzione 4.0 anche per l’Oil & Gas
Dispositivo di gestione in remoto per gli impianti oleodinamici
Varnish Elimination Unit
Oledinamica Smart e manutenzione 4.0
Unità di eliminazione Varnish
Sistemi smart e connessi
Sistemi oleodinamici smart
Condition Monitoring impianto idraulico
Oleodinamica smart
Sistemi oleodinamici smart e connessi
Sistemi per il condition monitoring
Digitalizzazione dell'oleodinamica
Articoli correlati
Soluzioni IoT per un equilibrio tra fattori economici ed ecologici
Monitoraggio continuo contro le sovratensioni dei generatori eolici
Vibguard IoT: sistema di monitoraggio online delle condizioni di livello elevato per risorse critiche
I motori intelligenti non spopolano... per ora
Manutenzione dei sistemi elettrici
Guanto scanner dotato di Display
Tre tendenze che stanno trasformando la manutenzione predittiva
Soluzione a supporto della diagnosi online Industria 4.0
Big Data, come evitare di esserne sopraffatti
InfoPMS 4.0 - Intelligent diagnostic & Plant performance
Soluzione per l'allineamento 4.0
Monitoraggio delle scaffalature
App di interfaccia con EAM
Applicazioni a ultrasuoni per ricerca perdite
Monitoraggio 4.0 delle scaffalature
Soluzione di monitoraggio delle scaffalature
Monitoraggio cuscinetti e lubrificazione
Strumenti per l'ispezione a ultrasuoni
Soluzione per il monitoraggio delle macchine da remoto
Riparazioni elettroniche industriali
InfoPMS 4.0 - Intelligent diagnostic & Plant performance
Software di diagnostica
WI-CARE: il sensore per l'analisi spettrale online
Unità di centraggio
Terminale mobile per logistica
Sistema wireless per gestione segnali
Robot compatto per assemblaggio e movimentazione
Sensori Fotoelettrici
Misuratore multifunzione compatto
Centro di lavoro verticale
Vibguard IoT: sistema di monitoraggio online delle condizioni di livello elevato per risorse critiche
Piattaforma a zero emissioni
WI-CARE: il sensore per l'analisi spettrale online
Unità di centraggio
Soluzione cloud per ambito industriale
Piattaforma meccatronica per assemblaggio
Robot compatto per assemblaggio e movimentazione
Misuratore multifunzione compatto
Serie completa di kit di utensili
Soluzione Software per l’industria automobilistica