Il Facility Management al centro della rivoluzione 4.0

  Richiedi informazioni / contattami

Sfide, tenden­ze ed elementi di innovazione che interes­sano in maniera trasversale le diverse com­ponenti del settore delle costruzioni

Il Facility Management al centro della rivoluzione 4.0
Il Facility Management al centro della rivoluzione 4.0

Il settore del Facility Management (FM) e della manutenzione edilizia si deve sempre di più confrontare con un quadro di tenden­ze e di elementi di innovazione che interes­sano in maniera trasversale le diverse com­ponenti del settore delle costruzioni.

Temi quali la digitalizzazione – declinata nelle sue numerose accezioni che vanno dal Bu­ilding Information Modelling/Management al tema della sensoristica e dell’industria 4.0 – la sostenibilità nel ciclo di vita delle opere o la qualificazione delle competenze devono evi­dentemente essere affrontati in una prospettiva comune dalle diverse organizzazioni produttive che operano nel settore delle costruzioni dalla progettazione alla produzione fino alla gestione.

Alcune di queste tematiche non appaiono, al­meno attualmente, essere frequentemente applicate o facilmente applicabili al settore del Facility Management: le esperienze di contratti di FM centrati sull’utilizzo di sistemi di Building Information Modelling sono ancora poche o allo stato embrionale e anche per quanto riguarda la sostenibilità degli edifici le fasi di progetta­zione e realizzazione appaiono ancora essere più dinamiche del settore del FM nell’applicare strumenti o metodi di valutazione o migliora­mento della sostenibilità del costruito.

A titolo di esempio si consideri che degli oltre 300 edifici certificati in accordo al protocollo LEED sul territorio nazionale, meno di 20 (poco più del 6%) sono edifici esistenti che si sono conformati al protocollo LEED “Operation and Maintenance – Existing Buildings” (fonte: www.usgbc.org).

Rispetto a questi temi, il settore del FM e della manutenzione appare invece essere in grado di giocare un ruolo chiave proprio per la sua na­tura di soggetto che si deve relazionare con una prospettiva temporale particolarmente ampia quale il ciclo di vita di un edificio. Questo nu­mero dedicato al tema del Facility Management propone quindi alcune chiavi di lettura delle linee di innovazione nel settore della gestione che guardano al tema della sostenibilità e della qualificazione delle competenze:

un articolo tratta un tema che è partico­larmente sentito nell’ambito delle grandi organizzazione e cioè quello dell’approv­vigionamento sostenibile (sustainable pro­curement). Il “sustainable procurement” è stato oggetto di recente di studi e sviluppo di normative internazionali anche per for­nire un supporto alle organizzazioni che sempre più frequentemente intendono pre­disporre e comunicare al pubblico e alle di­verse parti interessate un proprio bilancio di sostenibilità;

un contributo si occupa di focalizzare il modo con il quale i committenti dei servizi di Facility Management possono comunicare in maniera efficace le loro aspettative e i loro bisogni, inclusi quelli relativi a temi come la sostenibilità o la digitalizzazione, all’interno dei documenti contrattuali proposti ai forni­tori del servizio;

un altro intervento invece è stato dedicato al tema della manutenzione predittiva aiu­tata dalle nuove tecniche e dagli strumenti digitali tipici della industria 4.0. In que­sto caso il miglioramento possibile grazie all’innovazione in questo settore può com­portare delle ricadute positive su tutti e tre i fattori di sostenibilità (economica, ambien­tale e sociale);

un contributo si occupa infine di un tema particolarmente rilevante anche se ancora non adeguatamente considerato nell’ambi­to del settore del FM: le competenze per gli operatori che a diverso titolo ricoprono ruoli chiave nella progettazione e attuazione di servizi di FM o di manutenzione.

Giancarlo Paganin,
Department of Architecture and Urban Studies (DASTU), PoliMi

Pubblicato il Luglio 11, 2019 - (84 views)
Articoli correlati
Dall’audit al monitoraggio: così l’Internet of Things gestisce i consumi energetici
5 step per ottenere le massime performance dall'impianto
Fotovoltaico: dall’iter burocratico alla manutenzione
Expertise completa dei motori MWM e delle componenti dell’impianto
Nuova vita a un impianto di cogenerazione di un’azienda zootecnica
CARL Source 6: l’integrazione di una piattaforma IoT Cloud
CARL Source 6: l’integrazione del modello BIM
CARL Source 6: Offerta mobile CMMS più ampia
CARL Source 6: Nuovo planning grafico per il vostro EAM/CMMS
Il nuovo EAM/CMMS di CARL Berger-Levrault: CARL Source 6
Un supporto integrato per logistica e trasporti
Specialista in logistica e trasporti
Prolunghe con trasmissione a catena
Trasmettitori di pressione digitali
Nastri di tenute igieniche per farmaceutico e medicale
Troubleshooting delle reti industriali
Servizi per la manutenzione preventiva e predittiva
Apparecchiature di misura e controllo industriali
Strategie per la manutenzione preventiva
Monitoraggio permanente delle vibrazioni
Unità mobile per flussaggio piping
Protezioni antiurto per stazioni di ricarica
Misuratore di umidità HUMY
Viscosimetro MIVI per controlli e regolazioni di viscosità in continuo
Misuratori di portata pitot multipli SDF
Misuratori di portata termici
Misuratore di umidità solido ad infrarossi
Misuratori di portata massici Coriolis RHM
Misuratori di portata ad inserzione
Misuratori di concentrazione delle polveri
Viscosimetro MIVI per controlli e regolazioni di viscosità in continuo
Misuratori di portata termici
Misuratore di umidità solido ad infrarossi
Misuratori di portata ad ultrasuoni Clamp-On
Scopri la rivista Manutenzione & Asset Management
Soluzione ECHO® WIRELESS per il monitoraggio delle vibrazioni
Sistemi Datapaq Food Tracker per misurare e registrare le temperature dei prodotti alimentari
Soluzione per il monitoraggio della temperatura con termocamera fissa ThermoView TV40
Telemetria avanzata e iperammortamento Industry 4.0
Sistemi di Profilazione Datapaq®: Furnace Temperature Systems