La manutenzione degli impianti, sempre più legata alla progettazione

Inconvenienti e analisi

  • Febbraio 19, 2016
  • 435 views
  • La manutenzione degli impianti, sempre più legata alla progettazione
    La manutenzione degli impianti, sempre più legata alla progettazione

Ogni inconveniente è il punto di partenza per raccolta dati, analisi e azioni di miglioramento. I problemi dei macchinari in esercizio

sono risolti con gli interventi dell'ingegneria della manutenzione. Per impianti complessi è necessaria l'interazione di funzioni diverse. Benefici

futuri deriveranno dalla decisione del management di attuare i suggerimenti emersi.

Inconvenienti ed analisi preliminari

Una rottura può portare ad una fermata improvvisa e ad una perdita di produzione significativa. Il coinvolgimento di vari esperti aiuta a trovare soluzioni in breve tempo, con attività manutentive adeguate. Eviterà la ripetizione di simili inconvenienti ed è l'inizio di un progressivo coinvolgimento tra manutenzione e futuri progetti. L'ingegneria della manutenzione è impegnata ad identificare: componenti critici attività manutentive di recupero procedure per le criticità cambiamenti per il futuro tecnologie piu avanzate disponibilità in esercizio

Importanza del Management

Gli inconvenienti richiedono spesso il coinvolgimento dei livelli superiori delle funzioni manutentive, operative e dell'impianto, per capire l'origine dei fenomeni di decadimento, che nel tempo portano a problemi con fermate anche in emergenza. È necessario applicare strategie proattive della manutenzione e cercare di definire queste attività in fase progettuale. Un contributo viene dai costruttori, mettendo a disposizione i risultati del progresso tecnologico (R&D), e aiutando a definire priorità e azioni manutentive appropriate.

 

L'ingegneria della manutenzione ha il compito importante di identificare i macchinari che penalizzano le prestazioni (operative e manutentive) (effetti e frequenza) le azioni da intraprendere in funzione dell'importanza e dell'emergenza.

 

La gestione aziendale deve ottimizzare risorse tecniche ed umane, automatizzando le operazioni significative. Ciò porterà a miglioramenti per la manutenzione, con soluzioni da utilizzare nelle fasi iniziali di eventuali nuovi progetti.

Il miglioramento continuo

L'obiettivo finale è di instaurare procedure per un miglioramento continuo, basato su una manutenzione proattiva, sull'analisi delle rotture e sulla disponibilità.

Ciò significa di considerare la manutenzione in fase progettuale, con la determinazione del Life- Cycle cost del sistema.

 

Processi di valutazione dei danni potenziali si focalizzeranno su:

  • ciclo di vita di componenti e sistema
  • controlli necessari
  • sistemi di monitoraggio e diagnostica
  • manutenzione
  • riparazioni

Sistemi gestionali avanzati aiutano a tenere sotto controllo la fase operativa e manutentiva. Ciò è utile negli impianti multifunzionali, che utilizzano risorse comuni (manodopera, attrezzature etc). Una fermata improvvisa può costituire un danno notevole anche economico, dato che spesso non esistono macchine di riserva.

 

Metodi di valutazione della disponibilità degli impianti combinano progetto, produzione e programmi di manutenibilità. Le caratteristiche di affidabilità delle macchine vengono definite in base all'esperienza diretta o dati bibliografici. Il progettista diventa l'elemento fondamentale per valutare i maggiori costi di ingegneria e di investimento per avere minori impatti manutentivi e produttivi in esercizio.

Enzo Giacomelli, Compressor Consultant

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto