Sicurezza e prevenzione d’eccellenza

Lo scorso giugno, in occasione di un episodio straordinario del format tv C’èManutenzioneXte!, A-SAFE e Kramp hanno raccontato la storia di un progetto e di una collaborazione vincente

  • Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
    Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
  • Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
    Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
  • Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
    Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
  • Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
    Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
  • Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
    Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
  • Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
    Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
  • Sicurezza e prevenzione d’eccellenza
    Sicurezza e prevenzione d’eccellenza

Dopo il grande successo dell’edizione 2021 di C’èManutenzioneXte!, e in attesa di quanto sarà svelato a Novembre 2022, lo scorso giugno il format tv è tornato con un episodio speciale che ha visto protagonista in primis Kramp, il più importante grossista europeo per settori come agricoltura, forestale e movimento terra. Si tratta di una realtà in cui 500.000 referenze vengono distribuite grazie a una capillare rete di venditori. Il magazzino italiano, tema di questo episodio, è l’ultimo centro distributivo aperto da Kramp, a seguito di una costante crescita della filiale italiana: 18.000 m² in cui vengono stoccate 140.000 referenze. In questo magazzino determinante è la presenza di soluzioni A-SAFE, la seconda eccellenza protagonista dell’episodio. A-SAFE è leader mondiale nella produzione di barriere di sicurezza e protezioni antiurto in polimero. La trasmissione è stata ì condotta, come d’abitudine, da Cristian Son, Resp. Marketing e Relazioni Esterne A.I.MAN., e ha visto ì intervenire Vittoriano Vizio e Angelo Raffaele Iasevoli per Kramp, Alessandro Boccolini per A-SAFE.

Sicurezza, protezione e prevenzione danni. Queste le parole chiave per la realizzazione della nuova infrastruttura che necessitava dell’installazione di barriere di sicurezza e protezioni antiurto efficaci e su misura, con un occhio attento anche all’estetica.

Introduzione

Per la costruzione del nuovo sito di Reggio Emilia, Kramp ha avuto la necessità di trovare delle soluzioni personalizzate per la messa in sicurezza del personale e delle strutture del centro logistico. Per questo progetto si è rivolta ad A-SAFE che ha realizzato un progetto per la messa in sicurezza degli operatori e dei macchinari, avendo come obiettivo la “manutenzione zero”: cioè ridurre le attività di intervento per arrivare a un concetto di manutenzione preventiva.

Il progetto

Il progetto parte dalla visione di Kramp di poter investire su diversi mercati. L’Italia è potenzialmente il terzo mercato più importante d’Europa, dopo la Germania e la Francia. Ecco, quindi, l’idea di investire in qualcosa che si avvicina ancora di più alle richieste da parte di una certa fetta di clientela. L’acquisizione del sito di Reggio Emilia è partita nell’aprile 2018, fino ad arrivare oggi a una struttura di 18.000 m² che presenta un grado di automazione elevatissimo: circa 700 m di conveyor che gestiscono le box di cartone successivamente riempite con gli articoli ordinati dai clienti. Il progetto, e quindi la realizzazione della struttura, sono stati completati in maniera molto veloce, a meno di un anno dall’aratura del terreno, ed è stato un qualcosa che nei mesi ha trovato grande interesse sotto tutti gli aspetti. Quasi in contemporanea con il lancio del sito, Kramp e A-SAFE hanno lavorato insieme e progettato una soluzione che soddisfacesse i requisiti di protezione e sicurezza necessari.

Sinergia tra produttore e end-user

Il concetto alla base del lavoro di A-SAFE è quello di entrare in sinergia con il cliente, creando sempre una forte connessione con quest’ultimo. A seguito di diversi sopralluoghi le due aziende hanno iniziato a lavorare dalla mappatura del sito per poi intervenire per priorità nelle situazioni che avevano un’esigenza maggiore di essere gestite, a scalare poi gli interventi secondari. Tutto sempre nell’ottica di collaborazione e dialogo con costante.

Trasversalità e ottimizzazione

Il prodotto A-SAFE esprime i due concetti di trasversalità e ottimizzazione che Kramp ha convertito alle proprie necessità. In prima battuta, la sicurezza delle persone: il centro presenta un ambiente di lavoro con molti tavoli, mezzi e persone in continuo movimento; quindi, c’era il rischio che gli operatori venissero a contatto con mezzi e macchinari facendosi male. Era necessario isolare le zone interessate e assicurare alle persone un ambiente consono per lavorare in sicurezza. Protezione delle scaffalature, delle macchine, delle strutture, ma non solo. Per questo si parla di trasversalità: le soluzioni proposte da A-SAFE, infatti, sono state utilizzate anche per la protezione di zone non strettamente legate ai reparti di lavoro. Il sito di Reggio Emilia presenta una grossa vetrata che si affaccia sul piazzale d’ingresso della struttura: era indispensabile metterla in sicurezza ed evitare che ci potesse essere qualsiasi tipo di contatto dall’interno con il vetro. Ecco che su questa parte del sito, ben visibile dall’esterno anche dall’autostrada A1, è stata installata una soluzione interessante ed efficace che ha messo in sicurezza il tutto.

A-SAFE ha garantito protezione e sicurezza rispetto a possibili danni da impatto, ma non ha tralasciato il fattore estetico: la struttura installata si presenta gradevole da vedere, ben inserita nel contesto anche sotto questo punto di vista.

Polimeri e sistemi intelligenti

Le protezioni A-SAFE sono realizzate in polimero avanzato Memaplex™ che conferisce alle stesse un’estrema resistenza e una memoria meccanica incorporata che permette alla barriera di flettersi e tornare alla forma originale dopo ogni impatto. Le barriere di sicurezza in acciaio furono inventate negli anni '30 per l'uso su strade e autostrade. Da allora non sono cambiate e troppo spesso rappresentano un approccio economico e "usa e getta" alla sicurezza sul lavoro. I classici guardrail in ferro non sono progettati per resistere ai pesi dei moderni impianti industriali, il che si traduce in enormi costi a lungo termine in frequenti riparazioni e sostituzioni.

Rispetto alle tradizionali protezioni in acciaio, le barriere di sicurezza in polimero hanno il vantaggio di essere maggiormente elastiche e permettono di ridurre gli interventi di manutenzione, evitando anche possibili danni alla pavimentazione.

Conclusioni

La scelta di Kramp, ricaduta su A-SAFE, ha portato miglioramenti per i costi e per il ciclo produttivo. Gli interventi di manutenzione sono ridotti al minimo e la protezione del personale è assicurata. È stato creato un ambiente di lavoro con zero infortuni, nessun guasto bloccante per la produzione e un’attenzione anche all’estetica.

Rossana Saullo
r.saullo@tim-europe.com

Rossana Saullo si laurea prima in Lettere Moderne presso l’Università della Calabria di Cosenza, successivamente consegue la laurea magistrale in Letteratura, Filologia e Linguistica Italiana presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2020 consegue il Master Professione Editoria Cartacea e Digitale presso l’Università Cattolica di Milano. Da settembre 2020 lavora in TIMGlobal Media.

Altri articoli Contatto