Gestione efficiente degli asset nel processo dei pigmenti

Strategie e processi di manutenzione, affidabilità ed innovazione

  • Febbraio 19, 2016
  • 330 views
  • Vista dell'impianto di Scarlino
    Vista dell'impianto di Scarlino

Efficienza nei processi manutentivi in Pigments and Additives

Lo scenario globale del mondo industriale è in continua evoluzione; a prescindere dal settore specifico e dai relativi ritmi di cambiamento, crisi periodiche, cause strutturali, innovazioni tecnologiche, leggi fiscali ed ambientali sempre più stringenti, spingono le aziende a cambiamenti continui per mantenere una prospettiva di sviluppo e sostenibilità.

 

Al di là delle peculiarità dei singoli casi, che si producano specialties o commodities, uno dei driver principali del cambiamento è la ricerca continua verso un utilizzo efficiente delle risorse:

  • materie prime
  • energia
  • tempo
  • manodopera

L'efficienza nei costi è una delle chiavi del vantaggio competitivo. Tendenzialmente infatti, i fattori che incidono sul margine operativo quali l'aumento di costo delle materie prime o dell'energia, la riduzione dei volumi di acquisto o dei prezzi di vendita, sono in larga misura fuori dal controllo delle aziende.

 

L'efficienza dei processi interni è una via certa, poco rischiosa e a basso consumo di capitale per il miglioramento dei margini di redditività. In questa ottica, accanto al processo produttivo principale, uno dei processi aziendali più dispendiosi è la gestione dell'integrità ed affidabilità degli asset.

 

Il sito di Scarlino appartiene alla divisione Pigments and Additives. Lo stabilimento, nato negli anni Sessanta, produce biossido di titanio in vari grades, che trovano applicazione in vari settori: alimentare, cosmesi, vernici ecc... Il processo di produzione, strutturato a "batch", utilizza come materie prime principali minerale o scoria titanifera e acido solforico. È realizzato attraverso una complessa sequenza di fasi, che comprendono trasformazioni chimiche e fisiche. L'impianto è composto da macchine diverse: tramogge, mulini a palle, a sabbia e a vapore

  • reattori di vario genere e dimensione vasche di decantazione, tini di stoccaggio
  • forni di calcinazione
  • impianti di trasporto pneumatici
  • filtri-pressa, a maniche e rotativi, essiccatori ecc...
  • relativi impianti di servizio (aria compressa, sistemi di abbattimento, neutralizzazione e depurazione ecc..)

Strategie e tattiche di manutenzione

Una tale varietà di macchine, necessita di un approccio manutentivo differenziato. La strategia di manutenzione è allineata alle esigenze produttive, sia per garantire il livello di disponibilità degli equipaggiamenti sufficiente a raggiungere i target del mix produttivo, che per garantirne l'esercizio in sicurezza e la durata nel tempo.

 

Attenzione particolare è riservata alle macchine critiche, ovvero a quelle macchine che determinano la produttività delle linee e/o caratterizzate da rischi ambientali o di sicurezza.

 

Il livello di efficienza operativa è collegato alla strategia di approccio manutentivo. Per una determinata macchina, fissato il livello di disponibilità atteso, maggiore è il tasso di manutenzione di tipo "reattivo", minore è l'efficienza e maggiori sono i costi gestionali associati (entità e impatto dei guasti, durata dei fermi impianto imprevisti, esigenza di spare parts/risorse).

 

Viceversa, una efficace manutenzione su base preventiva, massimizza l'efficienza e riduce i costi ma richiede uno sforzo maggiore in termini di programmazione delle finestre di disponibilità delle macchine per manutenzione.

 

Non esiste una ricetta universale per le strategie manutentive. La soluzione migliore va ricercata in funzione della criticità della macchina dei livelli di ridondanza presenti del livello di disponibilità atteso

 

 

 

Continua a leggere l'articolo di Dino Navarrini, Responsabile di Manutenzione dell'Impianto Huntsman di Scarlino, sul numero di Febbraio 2016 di Manutenzione T&M

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto