La verifica delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici

Con la serie E-Mobility la Gossen Metrawatt offre una ampia gamma di soluzioni per la verifica e il controllo delle stazioni di ricarica dei veicoli elettrici, strumenti semplici e pratici da utilizzare che ogni tecnico può utilizzare senza alcuna diffic

  • Ottobre 25, 2016
  • 1214 views
  • La verifica delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici
    La verifica delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici

Il Profitest H+E BASE consente di esaminare le prestazioni di ricarica per connettori di Tipo 2 e modalità di ricarica Modo 3

Una stazione di ricarica è un impianto progettato per caricare i veicoli elettrici a norma IEC 61851: costituito da diversi elementi: un connettore, la protezione del conduttore, un interruttore differenziale, un interruttore e un dispositivo di comunicazione di sicurezza. Si possono aggiungere altri moduli funzionali, come la connessione alla rete elettrica e i sistemi di misurazione. Le stazioni di ricarica devono supportare diverse combinazioni di funzioni e requisiti a prescindere dal luogo di installazione e le possibili modalità di carica: Flusso di Energia, Controllo, Sicurezza, Comunicazione.

Una stazione di ricarica per i veicoli elettrici è equiparabile a un impianto elettrico, che però funziona in condizioni particolari per via delle situazioni in cui opera: all'aperto, a contatto con l'ambiente, manipolata da persone differenti, ecc. A fronte della complessità di situazioni le Norme che regolano il mondo delle stazioni di ricarica sono numerose e complesse. Al fine della valutazione della sicurezza elettrica di ogni stazione di ricarica e forte dell'esperienza, la Gossen Metrawatt ha creato una serie di strumenti in grado di rilevare e verificare la sicurezza e la funzionalità delle stazioni di ricarica.

Questo insieme è denominato E-Mobility, un pacchetto di strumenti specifici che permettono ai tecnici incaricati alla verifica dei punti di ricarica, sia pubblici che privati o semi privati. Per la verifica della sicurezza elettrica, lo strumento di base utilizzato è il Profitest Master, apparecchio completo già impiegato nella verifica degli impianti elettrici in bassa tensione: è abbinato a degli adattatori che si attestano al cavo di ricarica che andrebbe collegato al veicolo elettrico. Questi adattatori, PRO-TYP1 e PRO-TYP2, differenziati in funzione della tipologia del cavo stesso, oltre a consentire alle verifiche di sicurezza, simulano lo stato del veicolo elettrico nelle diverse situazioni di funzionamento secondo la Noma IEC 61851.

Questa verifica comporta la valutazione dei seguenti stati del veicolo:

  • Stato A: Cavo di ricarica collegato solamente alla stazione di ricarica
  • Stato B: Cavo di ricarica collegato sia alla stazione di ricarica e al veicolo elettrico
  • Stato C: Veicolo collegato e pronto per la ricarica, ambiente di ricarica non necessariamente ventilato
  • Stato D: Veicolo collegato e pronto per la ricarica, ambiente di ricarica ventilato
  • Stato E: Stato di errore

Per la verifica della sicurezza elettrica, grazie all'uso di una speciale procedura inserita nel Profitest M-Extra e in abbinamento agli adattatori PRO-TYP1 e PRO-TYP2, è possibile svolgere le seguenti misure:

  • Continuità del conduttore
  • Resistenza Isolamento
  • Resistenza di Terra
  • Verifica Interruttori Differenziali
  • Verifica resistenza anello di guasto, resistenza interna del sistema
  • Sequenza delle fasi (sistemi trifase)

A complicare ulteriormente il quadro del settore della ricarica dei veicoli elettrici sono i differenti tipi di connettori utilizzati nei vari continenti (America, Europa, Giappone) e le modalità di ricarica. Le norme internazionali si stanno accordando per uniformare il più possibile queste componenti affinché si semplifichi tutto il settore della ricarica dei veicoli elettrici. La correttezza delle informazioni scambiate tra veicolo elettrico e la stazione, durante la ricarica, è un altro elemento importante di verifica che deve essere monitorato. Gossen-Metrawatt ha sviluppato due apparecchiature che s'inseriscono tra veicolo e stazione di ricarica al fine di monitorare e verificare il corretto interscambio delle informazioni: il Profitest H+E BASE e il Profitest H+E TECH.

Il Profitest H+E BASE consente di esaminare le prestazioni di ricarica per connettori di Tipo 2 e modalità di ricarica Modo 3: viene innestato direttamente alla colonna di ricarica; con esso si controllano gli stati del veicolo, le condizioni dei conduttori, gli stati d'errore, la valutazione del segnale PWM e la sequenza delle fasi. Inoltre simula il corto circuito del diodo sul circuito del veicolo, un guasto tra CP e PE e la verifica dell'interruttore differenziale (RCD).

Il Profitest H+E TECH consente si esaminare il corretto scambio d'informazioni tra il veicolo e la colonna di ricarica per connettori di Tipo 2 e modalità di ricarica Modo 3: viene inserito, appunto, tra veicolo elettrico e colonna di ricarica e consente di svolgere, oltre alle funzioni del Profitest H+E BASE, anche la simulazione del veicolo per la diagnosi della comunicazione.

Per vedere e-Mobility in azione, collegarsi al Link:

http://www.manutenzione-online.com/wordpress/wp-content/uploads/2016/10/Il-Profitest-H+E-BASE-consente-di-esaminare-le-prestazioni-di-ricarica-per-connettori-di-Tipo-2-e-modalit%C3%A0-di-ricarica-Modo-3.jpghttps://www.gossenmetrawatt.com/english/seiten/vidio-e-mobility-profitest.htm

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto