Progettazione della manutenzione e strategie

La progettazione di macchinari e impianti ha sempre avuto un ritorno dalle esperienze operative e manutentive. Un legame più stretto si è consolidato negli anni recenti, con la partecipazione diretta degli utilizzatori per migliorare sicurezza ed affidabilità. Management della Manutenzione ed Obiettivi L'obiettivo prioritario è diventato quello di ottimizzare il costo di lavoro, materiali...

  • Febbraio 3, 2014
  • 842 views
  • Progettazione della manutenzione e strategie
    Progettazione della manutenzione e strategie

La progettazione di macchinari e impianti ha sempre avuto un ritorno dalle esperienze operative e manutentive. Un legame più stretto si è consolidato negli anni recenti, con la partecipazione diretta degli utilizzatori per migliorare sicurezza ed affidabilità.

 

Management della Manutenzione ed Obiettivi

L'obiettivo prioritario è diventato quello di ottimizzare il costo di lavoro, materiali e produzione. La gestione della manutenzione industriale si fa sempre più critica con compiti difficili, che richiedono elevata competenza e alti costi delle parti di ricambio. Occorre pensare ai grandi impianti, anche nei deserti ad applicazioni su piattaforma o sottomarine con sfide sempre più impegnative, che richiedono attenzione fin dalle prime fasi progettuali.

 

L'economia di scala porta a impianti di grande capacità e quindi con potenziali perdite produttive notevoli in caso di fermata improvvisa e con problemi non rapidamente risolubili.

La gestione sempre più complessa richiede un controllo computerizzato, aumentando l'automazione. Quindi anche la manutenzione deve affrontare aspetti sempre più complessi.

Le strategie sono orientate all' ottimizzazione di prestazioni, disponibilità e costi. Si è pensato a gestire il miglioramento considerando i fattori che influenzano i macchinari durante tutto il ciclo di vita.

Tradizionalmente la manutenzione interveniva dal commissioning in avanti, con limitate possibilità di cambiamenti. I macchinari però passano attraverso varie fasi, dalla specifica alla sostituzione e pertanto il successo operativo dipende da tutti questi fattori. L'atteggiamento manageriale è cambiato e la funzione manutenzione partecipa alla definizione delle specifiche delle macchine con costruttori e società di ingegneria.

Definiti gli interventi, la gestione è effettuata da un servizio specifico, che riguarda le attività manutentive. Questa funzione è separata dal miglioramento (RCM).

È compito del management bilanciare sforzi e risorse, considerando la necessità di un miglioramento nel lungo termine dell'affidabilità degli impianti.

 

Strategie Manutentive

La manutenzione si divide in Reattiva e Preventiva. Nella prima (correttiva e non pianificata), l'impianto viene tenuto in marcia fino all'insorgere di problemi. Nella seconda (pianificata) si cerca di prevedere le anomalie e effettuare le azioni necessarie per ridurre i costi di manutenzione e di fermata. Tradizionalmente la manutenzione è stata reattiva, ma negli ultimi 40 anni c'è stata un'evoluzione verso una prevenzione dei problemi.

In aggiunta alla manutenzione predittiva e reattiva si possono avere ulteriori suddivisioni utilizzate singolarmente o in combinazione come Design Out Maintenance, Fixed Time Maintenance, Condition Based Maintenance ed altre. Poichè esiste sempre la possibilità di guasto improvviso, occorre una combinazione flessibile di strategie.

 

Progettare la Manutenzione

Questo approccio si propone di prevedere le attività manutentive attraverso il progetto iniziale, per rafforzare la reliability, la maintainability e la supportability.

Per la Manutenibilità è auspicabile usare componenti standard, facilmente compresi e utilizzabili dai tecnici. Un'altra regola riguarda gli aspetti ergonomici, permettendo al personale di eseguire ogni intervento in modo confortevole. Inoltre occorre fare in modo che la manutenzione possa essere eseguita in maniera corretta e senza ambiguità.

Per migliorare l'affidabilità è opportuno ricorrere a ridondanze con sistemi o componenti in stand-by o sovradimensionare le parti critiche. Altrimenti si debbono impiegare componenti di provata affidabilità.

Per la supportabilità è importante utilizzare componenti applicati universalmente (facilmente reperibili) e limitare la necessità di ricambi speciali di elevato costo a magazzino. Infine è importante l'impiego di sistemi di monitoraggio che aiutano il management a capire tempestivamente quando la manutenzione debba essere eseguita e prevedendo le azioni necessarie per isolare gli errori e provvedere alla loro correzione.

 

 

Enzo Giacomelli - Consulente per Dott.Ing.Mario Cozzani Srl

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto