Ridurre il capitale circolante per creare agilità nel settore manifatturiero

L'importanza di attuare una strategia coerente MRO per riuscire a fronteggiare le sfide del mercato

  • Luglio 31, 2014
  • 999 views
  • Le sedi del gruppo Brammer in Europa
    Le sedi del gruppo Brammer in Europa
  • Ridurre il capitale circolante per creare agilità nel settore manifatturiero
    Ridurre il capitale circolante per creare agilità nel settore manifatturiero
  • Ridurre il capitale circolante per creare agilità nel settore manifatturiero
    Ridurre il capitale circolante per creare agilità nel settore manifatturiero

 

Brammer è distributore leader in Europa di prodotti e servizi di manutenzione, riparazione e revisione industriale (MRO), con un servizio pan-europeo 24/7/365 che offre consegne dei componenti nello stesso giorno o in quello successivo. Brammer ha una vasta gamma di prodotti e servizi di supporto specialistico, specificamente progettati per soddisfare tutte le esigenze di ingegneria di manutenzione, è in grado di offrire oltre 3,5 milioni di componenti MRO individuali e possiede le competenze tecniche necessarie per mantenere la produzione senza intoppi. L'impegno di Brammer è aiutare i clienti ad aumentare l'efficienza della linea di produzione, ridurre al minimo i tempi di fermi macchina non pianificati e a minimizzare le giacenze di magazzino al fine di ridurre e ottimizzare il capitale circolante.

 

Troppo spesso Brammer ha incontrato aziende con elevati livelli di capitale circolante immobilizzato in inventario, beni e conti da pagare - tutto a causa della mancanza di una strategia coerente MRO - e questo, nell'attuale clima in cui operano le aziende produttrici caratterizzato da volatilità, concorrenza e aumento dei prezzi di costo, è certamente un freno alla loro competitività.

 

La necessità di agilità nella produzione: lo scenario attuale

In seguito alla crisi finanziaria globale nel 2008/9, la produzione ha registrato un clima di incertezza, che continua a generare fluttuazioni della domanda, aumento dei prezzi delle risorse e il timore che il costo del capitale aumenterà di pari passo alla crescita del business. Come risultato di tale incertezza, è diventato sempre più difficile per le aziende sviluppare strategie a lungo termine o piani per il futuro.

 

Nel rapporto di McKinsey Il futuro del manufacturing: la prossima era di crescita globale e innovazione, si sostiene che i produttori possono sopravvivere alla volatilità diventando più agili.

 

Il rapporto spiega che l'agilità deriva dalla capacità di rispondere rapidamente alle sfide, ai problemi e alle opportunità, e contestualmente prepararsi per prevenire e fronteggiare le sfide future. Un approccio agile alla produzione consentirà quindi alle imprese di resistere e di adattarsi ai cambiamenti nello scenario produttivo di oggi, dinamico e competitivo.

 

In contrasto con queste nozioni di agilità, quando si tratta di gestire forniture MRO, l'approccio tradizionale consiste nel tenere grandi scorte di prodotti on-site in un unico magazzino centrale. Spesso, questo sistema è utilizzato per ridurre il rischio di mancanza di materiale e per assicurarsi sconti da parte dei fornitori. Tuttavia, può anche immobilizzare risorse in un magazzino di difficile gestione - che può essere problematico in quanto le innovazioni nei processi produttivi e le tecnologie possono modificare nel tempo i requisiti di manutenzione e riparazione delle aziende, rendendo lo stock completamente obsoleto. Tale approccio alla fornitura MRO può anche avere un impatto negativo sulla produttività: i tempi di inattività non pianificati derivano dai fornitori che non sono aperti 24/7, dal fatto che si spreca tempo in quanto gli operatori si recano di persona presso i fornitori e aspettano che i prodotti siano loro consegnati.

 

Di conseguenza è chiaro che l'approccio tradizionale alla gestione delle forniture MRO può far perdere tempo e denaro alle aziende. Ma non è tutto. Immobilizzare contante nell'MRO impedisce ai produttori di essere in grado di rispondere alle sfide in modo rapido e flessibile, completamente contraddicendo l'idea di agilità. Inoltre le organizzazioni non possono permettersi di perdere denaro come conseguenza di tempi di inattività non pianificati.

 

Ridurre il capitale circolante per generare agilità

In luogo della gestione MRO tradizionale, i produttori dovrebbero adottare un approccio snello alla gestione del proprio approvvigionamento MRO. Tale approccio richiede di mantenere solamente lo stock necessario a livelli ottimali - così come di sviluppare metodi rapidi e facili per individuare e ordinare i prodotti necessari.

 

Un approccio più snello all'MRO può liberare grandi quantità di capitale circolante.

 

Infatti, in un rapporto intitolato 'Liberare il cash: la riduzione dei livelli di capitale circolante', Laura Greenberg di PricewaterhouseCoopers afferma che "semplici miglioramenti ai crediti, ai debiti e ai processi di inventario in genere comportano costi di gestione più bassi, flussi di cassa migliori e una migliore accuratezza nelle previsioni sull'andamento del cash". Vantaggi come questi consentono alle aziende di investire il proprio denaro in strategie per il futuro, così come permettono di avere capitali a disposizione per rispondere adeguatamente a sfide, difficoltà o opportunità inaspettate.

 

Inoltre il rischio di spreco associato ad una fornitura snella MRO è molto diminuito. Le aziende possono rispondere alle innovazioni e sviluppi del settore senza buttare via una grande quantità di stock che hanno già pagato. Allo stesso tempo, è molto più facile apportare modifiche, pianificare il futuro e rispondere alle nuove situazioni quando sono piccole le quantità di capitale circolante legate al magazzino. In altre parole, un circolante ridotto e una catena di fornitura snella consentono maggiore agilità e maggiore sicurezza.

 

Brammer è impegnata a ridurre il capitale circolante dei propri clienti; anzi, ha introdotto il concetto dell'approccio snello alla fornitura MRO e impiega le sue conoscenze specialistiche per fornire servizi e soluzioni che ogni azienda può applicare.

 

La formula di Brammer per la riduzione del capitale circolante comporta strategie quali:

 

Razionalizzazione di prodotti e marche

Troppo spesso, i produttori devono avere che fare con molteplici fornitori MRO, e ciò comporta un aumento dei costi e la duplicazione dei prodotti. Introdurre un processo di razionalizzazione dei prodotti e delle marche è un modo fondamentale per eliminare questi problemi, assicurando che le aziende possano avere a che fare con un minor numero di fornitori e prodotti, riducendo il capitale circolante complessivo, e i costi di inventario MRO.

 

Riduzione dei fornitori

Parte del motivo per cui il capitale circolante resta così tanto immobilizzato nell'MRO consiste nel fatto che le aziende si trovano ad avere a che fare con centinaia di fornitori diversi, e ciò comporta un aumento sia dei tempi di amministrazione sia dei costi dovuti al maggior numero di ordini e fatture. Naturalmente, per attuare con successo un programma di riduzione fornitori è necessario lavorare a stretto contatto con un distributore esperto che ha una vasta gamma di prodotti, capacità tecniche e rapporti con i fornitori; un tale approccio significa che l'azienda è in grado di utilizzare un solo distributore che riduce il capitale circolante generale così come i costi di inventario MRO.

 

Stock Profiling

Lo stock profiling aiuta le aziende a identificare quali prodotti possono essere tranquillamente rimossi dal magazzino e invece forniti quando necessario, diminuendo la quantità di magazzino lento mantenuta sui siti del produttore. Tale approccio consente ai clienti di investire i loro soldi in agilità e strategie per il futuro, invece che in grandi scorte inutili di prodotti MRO.

 

Servizi di Inventario Gestito

Consentono al magazzino di essere prontamente disponibile ai produttori 24/7/365, migliorando l'efficienza acquisti, la gestione del magazzino e la produttività. Brammer mira a generare questi miglioramenti su tutto il processo di approvvigionamento attraverso l'analisi dei processi dei clienti, semplificando la base di fornitori e stabilendo sistemi di stoccaggio facilmente accessibili per i principali materiali di consumo di manutenzione generale.

 

Servizi Insite?

Le soluzioni Insite? uniche di Brammer possono aiutare i clienti a ridurre significativamente il proprio capitale circolante. I produttori possono anche esternalizzare interamente le loro funzioni di approvvigionamenti e magazzini MRO in un unico ufficio Brammer on site. Gli Insite? riducono il capitale circolante, massimizzando i vantaggi del consolidamento della catena di approvvigionamento, ottenendo risparmi mirati e lo sviluppo di progetti di miglioramento continuo.

 

Conclusione

Con una gamma completa di opzioni che possono essere adattate alle esigenze specifiche dei clienti, i servizi di Brammer possono aiutare qualsiasi organizzazione produttiva a ridurre il capitale circolante e a liberare liquidità immobilizzata nell'inventario MRO. Un capitale circolante ridotto consentirà ai produttori di ottenere una fondamentale agilità, facilitando il loro successo in uno scenario produttivo sempre più volatile.

 

Alessandro Lonardo,

Amministratore Delegato di Brammer Italia

La mission di IEN Italia è quella di fornire ai lettori informazioni su nuovi prodotti e servizi relativi alla progettazione industriale. Se desideri che nuovi prodotti della tua azienda vengano pubblicati su IEN Italia, invia alla nostra redazione un comunicato stampa tecnico. Per discutere opportunità editoriali o per inviare contributi editoriali, contatta la redazione.

Altri articoli Contatto