La trasformazione digitale dell’industria e l’evoluzione dei servizi di manutenzione

  Richiedi informazioni / contattami

Una fase che vede al centro i professionisti della manutenzione, coinvolti in molti di questi passaggi

La trasformazione digitale dell’industria e l’evoluzione dei servizi di manutenzione
La trasformazione digitale dell’industria e l’evoluzione dei servizi di manutenzione

L’impiego delle tecnologie dell’informazione e della co­municazione fa parte del nostro vivere quotidiano. La diffusione di internet così come l’uso di smartphone e tablet stanno cambiando radicalmente il nostro modo di vivere e di lavorare. Da circa 20 anni in Leonardo mi occupo di manuten­zione di infrastrutture ICT e di impianti di automazione, aven­do ricoperto vari ruoli nel service management, nell’ingegneria di manutenzione, nell’assistenza post-vendita, nell’ingegneria di offerta e nel sup­porto alle vendite. Nella mia realtà soluzioni ICT come l’Asset Management e l’Incident Manage­ment rappresentano strumenti insostituibili per poter gestire adeguatamente i servizi di manu­tenzione. D’altronde gli asset in questione sono infrastrutture ICT ed impianti di automazione, quindi sono essi stessi oggetti connessi ed intel­ligenti. Concetti come diagnostica remota, monito­raggio delle prestazioni e manutenzione predittiva sono da sempre parte integrante del progetto di manutenzione di questo genere di sistemi.

Dal mio punto di vista il paradigma della quarta ri­voluzione industriale – l’Industry 4.0 nella sua ac­cezione di “visione del futuro” – può rappresentare una grande opportunità di miglioramento per le nostre aziende, in quanto porterà a rimettere radicalmente in discussione i processi aziendali ed i relativi strumenti a suppor­to, con l’obiettivo di mettere a frutto le potenzialità delle nuove tecnologie che si sono sviluppate in modo incredibile negli ultimi anni. Guardando al futuro, oltre agli effetti indubbiamente posi­tivi del piano Industria 4.0 del Governo, è possibile intravedere come nelle tecnologie abilitanti della “digital transformation” si­ano insite grandi potenzialità per il miglioramento dei processi di manutenzione degli asset industriali. Prendendo spunto dalle linee guida pubblicate a livello internazionale, come ad esempio quella del VDMA tedesco, l’adozione del paradigma I4.0 nelle più importanti realtà industriali passa attraverso un’analisi di maturi­tà degli impianti e dei prodotti delle nostre aziende, sui molteplici ambiti tecnologici che possono avere ricadute in termini di otti­mizzazione dei processi di produzione e di trasformazione dei servizi di manutenzione (vedi tabella).

Oltre a quelli citati in tabella, un interessante ambi­to che merita particolare attenzione è quello delle tecnologie additive. Qui si annuncia una “rivoluzione nella rivoluzione”: basti pensare all’impatto che que­ste tecniche di fabbricazione potranno avere sulla supply chain della componentistica meccanica e conseguentemente sulla logistica delle relative parti di ricambio.

Se è indubbio che l’applicazione di soluzioni IOT in ambito industriale potrà offrire alle nostre aziende grandi opportunità di miglioramento, d’altro canto potrà anche comportare notevoli rischi nel momen­to in cui l’adozione di queste nuove tecnologie non sarà accompagnata da un’adeguata governance delle infrastrutture ICT e dei relativi servizi di gestio­ne della sicurezza informatica.

Noi professionisti della manutenzione siamo oggi coinvolti in molte di queste trasformazioni e possiamo essere attori di alcune di queste rivoluzioni tecnologiche: se da una parte requisiti quali l’affidabilità, la disponibilità e la sicurezza costituiranno sempre di più elementi irrinunciabili dei nostri impianti e dei nostri prodotti, d’altra parte l’eccellenza dei servizi al cliente costituirà sempre di più l’asse portante di qualunque offerta di soluzioni tecnologiche, sia nel mondo B2B che nel mondo B2C.

Marcello Moresco, Maintenance & Service Proposal Engineering, Div. Security & Information Systems, Leonardo Spa

Pubblicato il Ottobre 19, 2018 - (30 views)
Articoli correlati
Pruftechnik annuncia la vendita dell’azienda a Fluke Corporation
Schaeffler rende pubblici i risultati del primo trimestre
Mattei festeggia i primi cento anni di attività
Valvole pneumatiche con Industrial Ethernet
Il sito di Ct Meca diventa mobile friendly
Continua l'ampliamento del catalogo Conrad
MaintenanceStories 2019, un'edizione da record
La divisione IPDE di Parker ottiene una certificazione IATF
Energy 2019, record di partecipanti per la sesta edizione
Una manutenzione sempre più #digital e orientata al 4.0
Utensili per l'industria
Sensori radar
Giraviti
Giravite torsiometrico elettromeccanico
Software per la manutenzione
Servizio per impianti industriali
Pompe per superficie o profondità
Sistema di allineamento ottico
Strumenti personalizzati per la misura
Dynamic Motor Analyzer
Sistema di allineamento ottico
Dynamic Motor Analyzer
Encoder con interfaccia IO-Link
SMARTCOLLECT PM10, PM20 E PM30
LINAX PQ3000
Monitoraggio totale della qualità della tensione e dei consumi elettrici
SECULIFE HIT AM
Multimetro digitale per la verifica dei motori elettrici
Misuratore d'isolamento METRISO PRIME10
WI-CARE: il sensore per l'analisi spettrale online
Encoder con interfaccia IO-Link
E-Mobility, apparecchiature per la verifica delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici
WI-CARE: il sensore per l'analisi spettrale online
Centraline idrauliche modulari
Misurazione smart dei parametri ambientali
Videoscopio diagnostico con tecnologia Up-is-Up
Sistemi motorfeedback rotativi
Laboratorio portatile
Lucchetti lockout/tagout
Granulo abrasivo