Lettore di tacca puro a fibra ottica

Dalle dimensioni ridotte, il KTL180, che va a completare la serie KTS/KTX di SICK, può essere configurato velocemente e utilizzato ad alte temperature grazie a fibra ottica

  • da Sick Spa
  • Novembre 27, 2019
  • 600 views
  • KTL180 ha dimensioni molto compatte e può essere installato ovunque
    KTL180 ha dimensioni molto compatte e può essere installato ovunque
  • SICK ha lanciato la famiglia KTS/KTX nel 2017
    SICK ha lanciato la famiglia KTS/KTX nel 2017

SICK amplia la famiglia KTS/KTX, lanciata nel 2017, con l’introduzione di un lettore di tacca puro a fibra ottica, KTL180. Le dimensioni molto compatte, soli 10,5 x 33,2 x 71,9 mm di ingombro, permettono al lettore di essere installato ovunque dal momento che in macchina arriva solo la testina della fibra ottica.

Lettore di tacca che grazie a fibra ottica può essere utilizzato ad alte temperature

Sfruttando la fibra ottica, KTL180 può essere utilizzato ad alte temperature, in presenza di agenti chimici aggressivi e persino con campi elettromagnetici, situazioni che rendono difficile la stabilità di altre soluzioni. La frequenza di commutazione di 32 kHz con tempo di risposta di soli 16 µs lo rende perfetto per lavorare ad alte velocità, dedicandosi, ad esempio, al taglio preciso delle etichette e al rilevamento delle tacche.

Lettore di tacca dotato di configurazione veloce e flessibile

KTL180 può essere usato anche come lettore di contrasto puro, questo lo rende adatto anche per materiali riflettenti, trasparenti o scuri grazie alla presenza di un LED bianco e di un’elevata risoluzione della scala di grigi. KTL180 è dotato di un display a 7 segmenti per una semplice parametrizzazione. La configurazione è resa ancora più veloce e flessibile dal momento che è possibile impostare ritardi, modalità luce/buio e regolare la sensibilità del sensore stesso. Si possono impostare fino a 5 diversi formati direttamente sul sensore; in questo modo, in caso di cambio formato, si può continuare a lavorare senza interrompere il flusso produttivo. È possibile, inoltre, utilizzare un gateway per collegare e settare fino a 16 amplificatori utilizzando i bus di campo Profibus, Profinet ed EtherCAT, oppure IO-Link per la comunicazione da/al PLC.